Mattarella e Macron: sostegno all’Ucraina e piano alimentare

Nella giornata di venerdì, nel tardo pomeriggio, il Presidente francese Emmanuel Macron, e il Presidente italiano, Sergio Mattarella, hanno avuto una lunga e proficua conversazione telefonica.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella – NanoPress.it

Mattarella e Macron: Italia e Francia unite su tutto

I due capi di Stato hanno affrontato diversi argomenti, ma, come era previsto, il loro colloquio si è concentrato soprattutto sull’invasione russa all’Ucraina, e sugli effetti che questo conflitto sta avendo nei confronti dell’Unione Europea.

Mattarella e Macron hanno ribadito l’assoluta e fondamentale importanza di, in questo particolare momento, tenere unita e salda l’alleanza tra i paesi dell’Unione Europea.

Macron da tempo ormai afferma, in maniera molto convinta, che l’Europa è pronta a fare un passo in avanti nella sua coesione. E lo ha dimostrato, rimanendo unita, proprio in questi due mesi del conflitto russo-ucraino. Quindi non solo più una Europa legata ad un tessuto economico, con la moneta unica, ma unità anche dal punto di vista di una politica comune.

E, inoltre Macron ha ribadito che l’Europa deve viaggiare all’unisono per garantirsi una indipendenza, dal punto di vista dell’energia, della difesa, delle politiche sull’ambiente, e di quelle alimentari. Perché, sembra banale affermarlo, ma l’unione fa la forza. E ne sa qualcosa la ‘piccola’ Europa, che ormai si trova a contrastare giganti come la Cina, gli Usa, l’India.

Le politiche alimentari al cento del colloquio

Nel colloquio, i due capi si sono confrontati anche sulle conseguenze che la guerra sta portando, e parliamo dei riflessi negativi per quanto riguarda la fornitura, non solo di gas, ma anche delle materie alimentari.

Macron
Macron – NanoPress.it

Quella alimentare infatti è una tragedia nella tragedia, dato che i russi non permettono agli ucraini di far uscire il grano dai loro porti. Questa situazione a breve determinerà, da parte soprattutto delle organizzazioni che donano cibo ai paesi in difficoltà, che circa 45 milioni di persone moriranno di fame.

Mattarella “è tornato sulla volontà congiunta di Italia e Turchia di garantire un sostegno ai Paesi della riva sud del Mediterraneo”, esprimendo “interesse per l’iniziativa FARM proposta dalla Francia”.

E, ribadito questi importanti concetti, i due capi di Stato si sono detti perfettamente d’accordo, riguardo il fatto di continuare a sostenere l’Ucraina, in tutti i modi possibili.

E’ un fatto acclarato che, se la Unione Europea e gli Usa, non avessero aiutato il popolo ucraino, ora l’intera nazione sarebbe sotto il dominio russo. E Putin magari avanzerebbe altre pretese territoriali.

Alla fine della conversazione telefonica, il presidente della Repubblica Italiana, ha fatto i complimenti da parte dell’Italia, alla seconda rielezione di Macron alla presidenza della Repubblica Francese.