Martina Luoni e la lotta al cancro: dopo l'appello sui social, sarà testimonial contro il Covid per la Lombardia

La giovane aveva spiegato in un video su Instagram la difficoltà dei malati oncologici ad accedere in questo periodo alle cure. Ora sarà testimonial per la Regione Lombardia

Medico e paziente

Getty Images | Thomas Lohnes

Martina Luoni è una ragazza di 26 anni della provincia di Milano. Pochi giorni fa ha condiviso sul suo profilo Instagram un appello che in poco tempo è diventato virale, grazie anche la ricondivisione da parte di molti personaggi famosi. In questo video, Martina ha raccontato la sua storia: tre anni fa le è stato diagnosticato un cancro al colon metastatico. È ancora in cura ma attualmente fa fatica ad accedere a visite ed esami a causa del Covid, che ha assorbito tutte le energie di tutti gli ospedali della sua Regione, ovvero la Lombardia.

Ha dovuto lasciare il lavoro a settembre a causa di una recidiva, il nuovo Dpcm l’ha costretta come tutti i lombardi all’isolamento e ora un intervento importante le è stato rimandato. Martina Luoni ha voluto denunciare la situazione soprattutto per invitare tutta la popolazione a rispettare le regole perché esistono anche i malati non Covid e trascurarli potrebbe avere conseguenze molto gravi.

L’intervento di conservazione ovarica, fondamentale per Martina visto che non sa come procederà la malattia, le era già stato negato in primavera: la sua rabbia è dettata dal fatto che una seconda ondata era ampiamente prevedibile e che ci sono tantissime persone nella sua stessa situazione.

Le sue parole sono molto decise: “Ottobre è stato il mese della prevenzione, la gente indossava i fiocchi rosa, ma come si fa a prevenire, se poi vengono sospese le visite e chiusi gli ambulatori? Tutti potevano fare di più, la politica, ma anche noi cittadini: chi pensa di essere al sicuro, perché è giovane, si ricordi che ci sono altri giovani che del loro comportamento superficiale patiranno le conseguenze. Siamo una comunità, dovremmo aiutarci reciprocamente“. Ignorare il Covid ha conseguenze incalcolabili.

Martina Luoni, dopo Ibra, testimonial per Regione Lombardia

Subito è arrivata la solidarietà da più fronti: il governatore De Luca ha invitato la ragazza a fare l’intervento in Campania, ma lei ha voluto precisare: “Non ho mai detto che mi è stato annullato l’intervento, ho detto solo che sono in attesa ancora della fattibilità dell’intervento, ringraziando poi tutti i medici“.

Attilio Fontana, invece, ha contattato Martina Luoni per proporle di diventare testimonial della campagna di sensibilizzazione Covid Dilemma, alla quale già partecipa Zlatan Ibrahimovic.

La ragazza ha subito accettato: scoperto il potere della condivisone, continuerà così la sua lotta contro il cancro e contro chi, non rispettando le regole, rischia di portare al collasso il sistema sanitario.

Parole di Alanews

Da non perdere