Marito e moglie trovati morti in casa: probabile avvelenamento da monossido di carbonio

L'allarme sarebbe scattato ieri, verso le 19.30. Qualcuno non riuscendo a mettersi in contatto con la coppia, nonostante le luci accese nell'appartamento, ha avvertito le Forze dell'Ordine

Marito e moglie trovati morti in casa: probabile avvelenamento da monossido di carbonio

Foto: Ansa

Un uomo e una donna di circa 80 anni sono stati trovati morti nella loro casa di Rivamonte Agordino, nel bellunese. La coppia viveva nella zona fortemente colpita dal maltempo nei giorni scorsi. L’allarme sarebbe scattato ieri, verso le 19.30. Alcune persone non riuscendo a mettersi in contatto con i due coniugi, hanno chiamato le Forze dell’Ordine. Nell’appartamento le luci erano accese. Poi l’amara scoperta.

Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco. Una volta entrati nell’appartamento hanno trovato marito e moglie ormai privi di vita. Secondo fonti locali la coppia potrebbe essere stata avvelenata dalle esalazioni di monossido di carbonio di una vecchia stufetta difettosa.

Sul posto sono subito intervenuti anche i Carabinieri che hanno effettuato tutti i rilievi necessari per chiarire la dinamica dei fatti.

LEGGI ANCHE:Intossicazione da monossido di carbonio: come si forma e i valori limite

 

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere