Marilyn Monroe, il quadro di Andy Warhol venduto a 195 milioni di dollari

“Shot Sage Blue Marilyn” di Andy Warhol conquista il nuovo record mondiale da Christie’s a New York, venduto per 195 milioni di dollari.

Marylin
Asta – Nanopress.it

L’iconica opera di Andy Warhol, “Shot Sage Blue Marilyn”, è stata battuta all’asta per 195 milioni di dollari, segnando così un nuovo record mondiale per la casa d’aste Christie’s, la più grande al mondo.

Quadro battuto all’asta per circa 200 milioni di dollari

Larry Gagosian, dopo una battaglia di offerte durata circa quattro minuti, si aggiudica l’opera d’arte a New York, durante la vendita del catalogo della “21st Century Evening Sale”, al Rockefeller Center.

Il noto gallerista non ha voluto specificare per chi abbia acquistato il quadro, se per sé o per qualcun altro.

La casa d’aste aveva stimato una cifra di partenza di 200 milioni di dollari, preventivando un risultato simile.

Il famoso quadro dell’artista è riuscito, inoltre, a spodestare “Les Femmes d’Alger (Version O)”, capolavoro del 1955 del celebre Pablo Picasso venduto per 179,4 milioni nel 2015, sempre da Christie’s a New York.

Ricavato della vendità tutto in beneficienza

Il quadro di Warhol è stato consegnato a Christie’s dalla Thomas and Doris Ammann Foundation di Zurigo.

Durante la serata la Fondazione è riuscita a ricavare 317’806’490 dollari. Tutto il ricavato andrà in beneficenza all’ente che si occupa di migliorare la vita dei bambini nel mondo, provvedendo ad assistenza sanitaria ed educativa.

Oltre al celebre quadro di Warhol sono stati messi all’asta anche le opere di questi famosi artisti: Mike Bidlo, Ross Bleckner, Francesco Clemente, Ann Craven, Martin Disler, Mary Heilmann.

Così dichiara il presidente del consiglio di amministrazione della fondazione Svizzera, Georg Frei, dopo la vendita del quadro:

“Con il ricavato della vendita a favore della Fondazione Thomas e Doris Ammann, l’eredità dei fratelli continuerà nella sua tradizione di benevolenza e generosità che avrà un impatto sulla vita dei bambini per generazioni”

Christie's
Casa d’Aste Christie’s – Nanopress.it

Il più grande dipinto del ventesimo secolo

L’artista Andy Warhol, riconosciuto per la produzione in serie di molte sue opere, creò solamente cinque pezzi delle serigrafie dell’attrice Marilyn Monroe, rendendo questi quadri particolarmente rari.

Per la creazione di queste opere, l’artista, utilizzò una tecnica di serigrafia particolarmente complessa e dispendiosa a livello di tempo, fatto che lo portò a non utilizzarla più per altri suoi lavori.

Anche per questo motivo il ritratto di Marilyn venne riprodotto soltanto cinque volte, su cinque sfondi diversi, rosso, arancione, azzuro, blu salvia e turchese.

Il dipinto venduto all’asta è quello blu salvia, da qui il nome “Shot Sage Blue Marilyn”.

Il dipinto che ritrae la famosa attrice di Hollywood viene così descritto da Georg Frei:

“Marilyn the woman is gone; the terrible circumstances of her life and death are forgotten. all that remains is the enigmatic smile that links her to another mysterious smile of a distinguished lady, the Mona Lisa.”

“Marilyn la donna non c’è più; le terribili circostanze della sua vita e della sua morte sono dimenticate. Tutto ciò che rimane è il sorriso enigmatico che la collega ad un altro sorriso misterioso di una donna distinta, la Monna Lisa di Leonardo da Vinci”

Alex Rotter, presidente della casa d’aste Christie’s, affianca il quadro di Warhol alla Venere di Botticelli e alla Gioconda di Leonaro da Vinci, elevando “Shot Sage Blue Marilyn” ad uno dei più grandi dipinti di tutti i tempi.

Il dipinto viene così descritto dal presidente:

“Il più significativo dipinto del XX secolo, la Marilyn di Andy Warhol, è l’apice assoluto della Pop Art americana e la promessa del sogno americano che racchiude ottimismo, fragilità, celebrità e iconografia tutti insieme.”