Maltempo: il Sud Italia ancora nella morsa della pioggia | Tanti i danni

Il maltempo ha provocato ingenti danni, in particolare alle zone del Sud Italia. Se da un lato, la pioggia era stata invocata contro la siccità, dall’altro invece è stata così violenta da peggiorare solo la situazione. Ecco cosa è successo.

Persone sotto la pioggia
Persone sotto la pioggia – Nanopress.it

I disagi maggiori in Campania e Sicilia. Ma la situazione metereologica non promette nulla di buono.

Maltempo al Sud: ancora allerta e danni

Pioggia, tanta forse troppa, accompagnata da grandine, fulmini e il tutto in pochissimi minuti. Questo è quello che, da due giorni, si riversa nelle zone del Sud Italia, provocando più danni e disagi. La paura della popolazione è quella di vedere, un po’ ovunque, le strade ricoperte di fango, le montagne che vengono giù, sentendosi così inermi ed inutili davanti alla forza della natura.

Le scene che si sono viste nel centro storico di Monteforte Irpino, in provincia di Avellino, sono state spaventose. Ma ci hanno portato indietro nel tempo, a quello che era stata l’alluvione a Sarno. Ora è l’interno Sud Italia a combattere con il maltempo e contro quella pioggia che non è stata affatto ristoratrice, ma che ha portato solo danni ingenti e non di certo utili alle colture o al terreno.

Nella zona di Vico Equense, uno smottamento si è verificato sulla Strada Statale 163 Amalfitana dove blocchi di pietre sono crollati sulla strada dove, al momento, nessun veicolo era in transito. Anche le strade di Piano di Sorrento sono state invase dall’acqua delle ultime piogge di ieri.

Acqua che invade le strade
Acqua che invade le strade – Nanopress.it

Non solo in Campania, ma anche la Calabria e la Sicilia inondate dall’acqua

Ciò che preoccupa è la situazione a Monteforte Irpino dove la pioggia continua a cadere e i danni sono davvero incalcolabili. Non va meglio, però, nelle restanti zone del Sud. La pioggia ha provocato danni anche nell’isola di Stromboli dove un fiume di fango ha portato con se le auto che si trovavano lungo le strade, rendendole quindi impraticabili.

Provvidenziale l’intervento del personale dei Vigili del Fuoco per liberare specie le abitazioni a piano terra invase dal fango. Il tutto è successo nel giro di pochi minuti, come accaduto alla cittadina in provincia di Avellino.

Situazione non migliore anche in Calabria, dove anche la città di Reggio Calabria e la sua provincia hanno dovuto fare i conti con il maltempo e con case e strade invase dall’acqua. Anche qui, a lavoro i Vigili del Fuoco.

Ma il maltempo non accenna a fermarsi: ancora per la giornata di oggi, infatti, l’allerta gialla, in vigore da martedì, è prolungata, sempre nelle ore pomeridiane della giornata. Il pericolo di ulteriori allagamenti e smottamenti non è, quindi, ancora scongiurato.