Maltempo al Centro-Nord: danni a Como, Lecco, Vercelli e sul Lago di Garda

Auto bloccate nei sottopassaggi, salvate quattro persone. Alluvioni e frane in Trentino, fango e detriti a fiumi a Blevio e a Como e grandi allagamenti ad Arezzo.

Maltempo
Maltempo -NanoPress.it

Il centro-nord è nuovamente colpito dal maltempo. Partendo dal nord Italia spingendosi fino in Toscana.

Tromba d’aria sul Lago di Garda

Grandi frane e allagamenti in Trentino Alto Adige. Forti temporali anche a Livorno e nell’Aretino: qui la forte pioggia ha fatto sì che si creassero disagi e allagamenti in vari Comuni della provincia e per mettere al sicuro la popolazione è stato necessario far intervenire i Vigili del fuoco numerose volte.

A Vercelli sono stati riscontrati grandi danni e sulla parte veronese del Lago di Garda si è abbattuta una forte tromba d’aria. Quest’ultima non ha colpito la sponda del lago ma fortunatamente si è scaricata in acqua. Per accertarsi che nessuna imbarcazione però sia stata coinvolta si stanno svolgendo delle verifiche di accertamento.

Tromba d'aria
Tromba d’aria -NanoPress.it

La strada che collega Milano alla Valtellina, per la precisione la superstrada 36, è stata chiusa all’altezza di Lecco in direzione nord. Anche il Lago di Como è stato colpito da violenti temporali, in particolar modo dal lato di Lecco. E ciò ha provocato grandi danni e disagio per la circolazione.

Un fiume di detriti e fango ha colpito Blevio invadendo tutto il paese e a Como sono state chiuse tantissime strade a causa di uno scivolamento a valle di un terreno franoso e allagamenti a causa di una forte grandinata che ha provocato numerosi altri danni.

La situazione nel Comasco

Nonostante il paese di Blevio sia stato già colpito da una grande alluvione un anno fa, la natura ha deciso di colpirlo ancora. Una grande colata di fango ha invaso Blevio provocando innumerevoli danni. È stata chiusa la strada provinciale Lariana durante la notte e resta ancora chiusa.

A Como le auto degli abitanti sono state gravemente danneggiate da una violenta grandinata distruggendo i vetri. Le strade completamente invase da fango e acqua hanno inondato una roggia.

Sul Lago di Como la cittadina è stata invasa dal fango e da detriti e come se non bastasse, il maltempo ha provocato molti danni, oltre che a Como, anche a Torno e Blevio. In quest’ultimo paesino sono a lavoro ruspe, vigili del fuoco e protezione civile per liberare le strade e le case.

Persone salvate nel Lecchese, disagi alla viabilità e problemi per i treni

Il tunnel adibito all’attraversamento cittadino sulla superstrada 36 è stato completamente inondato. Quattro persone sono rimaste bloccate all’interno del sottopasso lungo la Lecco-Ballabio con la loro automobile ma fortunatamente sono state prontamente salvate dai pompieri. Per cause di forze maggiori, quali il forte mal tempo, il tunnel che attraversa Lecco sotto terra è stato chiuso, in quanto allagato con venti centimetri circa di acqua. In ogni direzione verso la quale il traffico è stato deviato si trovano incolonnamenti molto lunghi.

Sono state poi colorate di bianco le strade di Olgiate. Esse sono stante ricoperte da un grosso strato di ghiaccio, causato dalla forte grandinata, così spesso da sembrare addirittura neve.

Grossi problemi anche per i treni: la presenza di rami sui binari hanno provocato rallentamenti e cancellazioni di corsie. Nello specifico questi grandi disagi hanno colpito la linea ferroviaria Milano-Lecco via Molteno, dove transita il treno “Besanino”.

Linee elettriche danneggiate nel basso veronese

Disagi anche in Valpolicella a causa del maltempo di questa mattina sul Veronese.

Una parte del paese di Fumane è rimasto senza elettricità in quanto vicino alla località di Villa della Torre il forte vento ha danneggiato la linea. Il ripristino della corrente è previsti grazie all’intervento dei tecnici dell’Enel.

Livorno, 118 millimetri di pioggia all’ora

Forti temporali anche a in Toscana. Il comune di Livorno afferma che sono stati toccati i 188 millimetri di pioggia all’ora. È stato necessario far intervenire diverse squadre di Vigili del fuoco affiancate dal Centro Operativo aperto dalla Protezione Civile comunale. Per circa un’ora alcune zone della città sono rimaste senza acqua a causa dell’interruzione dell’afflusso dell’energia elettrica alla centrale del Cisternone.