Macron: un membro femminile del Governo accusato di duplice stupro

Un membro importante del governo francese del presidente Macron, è accusato di aver traumatizzato i pazienti, attraverso esami medici invasivi in ​​relazione al suo lavoro di ginecologo. E per questo motivo ha ricevuto due denuce di stupro per ‘esami ginecologici “invasivi”.

Chrysoula Zacharopoulou
Chrysoula Zacharopoulou – NanoPress.it

Chrysoula Zacharopoulou, 46 anni, la sottosegretaria per lo sviluppo economico del governo Macron, è stata accusata da due dei suoi ex pazienti di aver eseguito esami rettali e vaginali senza prima ottenere il loro consenso. Entrambi hanno intentato causa, sostenendo che gli esami costituivano uno stupro ai sensi della legge francese. Non vi è alcun suggerimento che i suoi atti fossero motivati ​​​​sessualmente.

Chrysoula Zacharopoulou mette in difficoltà Macron

Le cause sono arrivate nel mezzo di aspre polemiche sulle pratiche ginecologiche in Francia, con le donne che hanno affermato che i praticanti regolarmente non ottengono il consenso prima di intraprendere esami “brutali”. Zacharopoulou è specializzato nel trattamento dell’endometriosi, una malattia che provoca forti dolori, soprattutto durante le mestruazioni.

Una causa riguarda una consultazione nel gennaio 2016. L’ex paziente, parlando anonimamente ai media francesi, ha detto di aver consultato Zacharopoulou all’ospedale Trousseau di Parigi perché soffriva di endometriosi. Disse di aver rifiutato un esame rettale ma che Zacharopoulou ne aveva comunque eseguito uno. “Ero completamente congelata dal terrore. Non potevo parlare. Non riuscivo più a respirare. Piangevo in silenzio”, ha detto.

La seconda causa, intentata anche in seguito alla nomina del sottosegretario al gabinetto, riguarda un consulto nello stesso ospedale nel giugno 2016. La paziente, che ha parlato in forma anonima a TF1, il canale televisivo francese, ha affermato che Zacharopoulou aveva effettuato un esame vaginale “senza una parola, senza chiedere affatto il mio consenso”. Ha aggiunto: “Sono stata colta di sorpresa. Sono scoppiato in lacrime perché è brutale, è violento ed è molto doloroso.

Emmanuel Macron
Emmanuel Macron – NanoPress.it

“L’unica cosa che mi ha detto è stata: ‘Non ha senso piangere’. “A saperlo non avrei peso l’appuntamento da sola… non me lo aspettavo, e ha influenzato tutta la mia vita, la mia vita di donna, come madre e anche la mia vita professionale. “Tutta la mia vita è influenzata dallo stato post-traumatico in cui mi trovo ora, che è molto difficile da gestire”.

I pubblici ministeri hanno detto che alla polizia è stato chiesto di indagare sulle cause per vedere se fosse stato commesso un reato. Zacharopoulou deve ancora rispondere pubblicamente alle accuse. Ha lavorato a lungo con il professor Emile Daraï, un altro eminente ginecologo francese, accusato da 25 ex pazienti di eseguire esami invasivi senza consenso.

Il tempismo delle cause contro Zacharopoulou non potrebbe essere peggiore per il presidente Macron, 48 anni, che ha perso la maggioranza all’Assemblea nazionale alle elezioni parlamentari di domenica. Sta cercando di costruire una coalizione per evitare la paralisi del suo governo.