Macron sui possibili tagli di corrente elettrica: si tratta di un’azione preventiva

Il presidente francese Emmanuel Macron ha rassicurato i suoi connazionali rispetto alla questione sui possibili tagli di corrente elettrica. A quanto pare si tratta solo di un’azione preventiva.

Emmanuel Macron
Emmanuel Macron – Nanopress.it

Durante un’intervista per la rete televisiva Tf1, in cui sono state affrontati alcuni temi fondamentali della politica francese, il presidente Macron ha rassicurato i cittadini affermando “niente panico”.

Riguardo la questione dei tagli di corrente infatti, il paese non dovrebbe avere problemi nell’affrontare i mesi più freddi, trattandosi dunque solo di un piano preventivo. 

I possibili tagli del governo francese all’elettricità

In Francia negli ultimi giorni si sta diffondendo un’enorme preoccupazione. Questo perché il governo ha inviato ai prefetti una circolare in cui chiedeva di preparare i vari dipartimenti all’eventualità di blackout. 

Il problema posto dalle istituzione è dunque quello di gestire scuole, ospedali e in generale il normale funzionamento delle città, in caso di blackout.

I tagli di corrente elettrica ipotizzati sarebbero attuati a rotazione fino a due ore. Circa il 40% della popolazione però, non verrebbe mai scollegata, in quanto legata ad una “linea prioritaria”. 

Il presidente Macron
Il presidente Macron- Nanopress.it

I blackout potrebbero verificarsi nelle fasce orarie che vanno dalle 8 alle 13 e dalle 18 alle 20. In caso di interruzione mattutina della corrente, le scuole rimarranno chiuse. 

Inoltre Macron ha incaricato i vari prefetti di identificare e stilare una lista dei pazienti a rischio che dipendono da apparecchiature mediche collegate alla corrente. 

I soggetti dovrebbero essere circa 3.800 e le autorità hanno il compito di assicurarsi che queste persone dispongono di un generatore personale. In caso contrario sarà previsto il trasferimento in ospedale.

Le parole di Macron sulla questione

In ogni caso il presidente Macron ha rassicurato tutti i cittadini affermando che si tratta solo di un piano preventivo e che è normale che il governo prenda delle precauzioni nel caso in cui si dovesse verificare lo scenario peggiore.

Grazie al piano di sobrietà presentato ad ottobre infatti, secondo il presidente, la Francia riuscirà tranquillamente a superare l’inverno e i periodi più freddi. 

“E’ normale che il governo si prepari ad un caso estremo. Ricorrendo anche a scenari fittizi”.

Ha affermato Macron durante l’intervista.

In ogni caso la circolare è stata inviata a tutti i prefetti, tranne quelli della Corsica, che produce energia autonoma e che in ogni caso è collegata alla rete elettrica italiana.