Macerata, neonata muore dopo il parto in casa | La madre: “Non sapevo di essere incinta”

La madre della bambina è stata soccorsa e trasferita d’urgenza all’ospedale di Macerata per una violenta emorragia. 

donna incinta
Donna incinta – Nanopress.it

La donna, che ha altri due figli di 7 e 9 anni, ha riferito di non essersi resa conto di essere incinta. Ad allertare i soccorsi, nella notte tra sabato e domenica scorsi, è stato il marito, che l’avrebbe aiutata a partorire nel bagno di casa.

Al momento sono in corso accertamenti sulla coppia di coniugi, che non sono mai stati seguiti dai servizi sociali.

Macerata: neonata muore dopo il parto in casa

Ha raccontato di non essersi resa conto di essere incinta, nonostante la gravidanza fosse ormai all’ottavo mese. La notte tra sabato e domenica scorsi ha partorito la figlia – una bambina di oltre 3 chili – nel bagno di casa, ma per la neonata non c’è stato nulla da fare.

È quanto accaduto a una donna di Matelica, provincia di Macerata, che qualche giorno fa ha partorito sua figlia e ha rischiato la vita per una violenta emorragia che l’ha colpita dopo il parto. È stato il marito della donna ad allertare un’ambulanza del 118, che l’ha immediatamente soccorsa e trasferita all’ospedale di Macerata.

L’uomo le ha tagliato il cordone ombelicale e poi, resosi conto della grave situazione, ha ritenuto opportuno allertare i sanitari del 118, che l’hanno prima stabilizzata in casa e poi ne hanno disposto il trasferimento nel nosocomio marchigiano.

Per la piccola non c’è stato nulla da fare: i medici hanno potuto soltanto constatarne il decesso.

Disposta l’autopsia: si indaga sulle cause del decesso

Sul corpo della bambina è stato disposto l’esame autoptico, che verrà eseguito nelle prossime ore. Sarà l’autopsia ad accertare le cause del decesso della piccola.

Corsia d'ospedale
Corsia d’ospedale- Nanopress.it

Per quanto riguarda la coppia di genitori, che hanno altri due bambini di 7 e 9 anni, non risultano precedenti segnalazioni ai servizi sociali né particolari problemi.

Il racconto della coppia, lui 42 anni, lei 36, entrambi italiani, non convince del tutto gli inquirenti, come riferito dal Corriere della Sera. I due hanno raccontato che anche in una delle due precedenti gravidanze la donna non si era accorta di essere incinta.

Al momento non sono ancora state mosse ipotesi di reato a carico dei due coniugi. Gli altri due figli della coppia sono stati affidati a un curatore, in attesa che le indagini facciano il loro corso e si accertino eventuali responsabilità. Disposte anche le analisi tossicologiche e mappatura genetica.