L’ItalVolley è una certezza, ora la sfida al Brasile

Dopo aver vinto il primo girone da capolista assoluta con 5 vittorie su 5 l’Italvolley vola a Rotterdam dove affronterà Brasile, Giappone, Argentina e Cina nel Girone E.
Martedì la supersfida contro la nazionale verdeoro nel remake della finale di VNL vinta dalle azzurre.

Davide Mazzanti
Davide Mazzanti – Nanopress.it

Cinque vittorie su cinque per l’ItalVolley di Davide Mazzanti che supera anche l‘Olanda con il netto risultato di 3-1 (25-13, 22-25, 25-16, 25-21 i parziali) e chiude a punteggio pieno il Girone A.

Prestazioni perfette da parte di Anna Danesi ed Elena Pietrini, assolute protagoniste di un’Italia finora letteralmente dominante in questo Mondiale.
Nella prossima settimana le azzurre affronteranno Brasile, Giappone, Argentina e Cile in un girone che comprende anche Olanda, Belgio e Portorico, nazionali già affrontate e battute durante la prima fase.

L’Italia vola a Rotterdam, ora la sfida con il Brasile

L’ItalVolley di Davide Mazzanti è una macchina perfetta, la sfida contro l’Olanda ha dimostrato ancora una volta la forza di una squadra che in questo momento sembra tra le più in forma dell’intera competizione.

Paola Egonu
Paola Egonu – Nanopress.it

Al termine della vittoria contro l’Olanda il commissario tecnico azzurro ha elogiato il grande lavoro fatto dalla squadra sottolineando la capacità di saper soffrire e resistere nei momenti di maggiore difficoltà.
Davide Mazzanti ha ormai le proprie certezze con Elena Pietrini e Caterina Bosetti schiacciatrici e Monica De Gennaro nel ruolo di libero.

Nel match contro l’Olanda le azzurre hanno preso subito il dominio del gioco con un primo set entusiasmante che ha evidenziato il valore tecnico delle nostre giocatrici.
L’Italvolley, tornando alle parole del proprio allenatore, è cresciuta anche mentalmente; dopo il secondo set vinto meritatamente dalle olandesi, le azzurre infatti hanno reagito e con una superlativa Anna Danesi (5 punti del terzo set, 1 muro ed un ace) sono riuscite a rimettere la partita nei giusti binari.

Nel terzo e decisivo set a salire in cattedra è Elena Pietrini che mette a segno 7 punti facendo esplodere di gioia la panchina azzurra con il punto del 23-20.
Tanti sorrisi ed anche qualche lacrima al termine della partita per un’Italia che continua a sognare ed a convincere.
Ora l’attesissima sfida al Brasile nel remake della finale di VNL vinta dalle azzurre qualche mese fa, Mazzanti dovrà essere bravo a recuperare a pieno Paola Egonu che in questa prima fase è andata in contro a troppi black-out ed evitare quei piccoli passaggi a vuoto che potrebbero rivelarsi fatali nella sfida contro le brasiliane.