L’Inter ed una difesa che sembra non funzionare più

Il deludente avvio di stagione dell’Inter di Simone Inzaghi è stato causato da una fase difensiva che da punto di forza assoluto delle ultime stagioni sembra improvvisamente diventato un tallone d’Achille. De Vrij, Bastoni e Skriniar sembrano lontani dalla condizione migliore con Acerbi pronto ad avanzare nelle gerarchie

Stefan De Vrij
Stefan De Vrij – Nanopress.it

L’avvio di stagione dell’Inter è stato nettamente al di sotto delle attese e la squadra di Simone Inzaghi sembra aver improvvisamente perso quello smalto e quel carattere che avevano contraddistinto le ultime trionfali stagioni.

Negli ultimi giorni la società ha rinnovato la propria assoluta fiducia in Simone Inzaghi ma l’allenatore piacentino sa di non poter più sbagliare e dopo la sosta per le nazionali avrà l’obbligo di vincere la delicata sfida casalinga contro la Roma di Jose Mourinho.

Troppi gol subiti, Inter in crisi

In un campionato molto tattico come la Serie A storicamente ha quasi sempre trionfato la squadra con la migliore difesa.
Il tridente composto da De Vrij-Skriniar e Bastoni negli ultimi anni si è sempre dimostrato estremamente affidabile permettendo prima ad Antonio Conte e poi a Simone Inzaghi di dominare in Italia vincendo un campionato (con il salentino), una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana (con l’attuale allenatore).

Skriniar
Skriniar – Nanopress.it

Nelle prime sette partite di campionato la situazione sembra drasticamente cambiata con i nerazzurri che hanno incassato addirittura 11 reti risultando una delle difese più battute del campionato.
Contro l’Udinese Simone Inzaghi ha bocciato Alessandro Bastoni sostituendolo tra lo stupore generale dopo appena 30 minuti di gioco, nel finale invece l’ingresso di Stefan De Vrij è stato deleterio per i nerazzurri con l’olandese che ha di fatto regalato il gol del 2-1 ai friulani.

In queste settimane l‘allenatore piacentino dovrà lavorare molto su una squadra che sembra aver perso le proprie certezze non riuscendo più ad essere compatta ed insuperabile come lo scorso anno.
Inzaghi difficilmente deciderà di rinunciare al suo amato 3-5-2, ma tra Roma e la doppia sfida con il Barcellona la sua Inter si giocherà gran parte della stagione non potendosi più permettere ulteriori passi falsi.

Beppe Marotta ha rinnovato la propria totale fiducia a Simone Inzaghi ora però l’ex allenatore della Lazio dovrà essere bravo a ricompattare il gruppo e cercare di trovare soluzioni il prima possibile per evitare di perdere ulteriori punti.
La stagione entra ufficialmente nel vivo, i nerazzurri non possono più sbagliare e già a partire dalla sfida con la Roma hanno l’obiettivo di conquistare i tre punti.