Lecco, gara di solidarietà per il piccolo Achille: il bimbo nato cieco volerà negli Usa per curarsi

Il piccolo Achille Losa, che oggi ha 5 mesi, è affetto da una malformazione genetica rara, la malattia di Norrie, che lo ha reso cieco e potrebbe portarlo alla sordità totale. 

Achille Losa e la mamma
Achille Losa e la mamma – Nanopress.it

Al momento non esiste una cura, ma le speranze per Achille sono riposte oltreoceano, dove il bambino potrebbe essere operato per riavere perlomeno la percezione della luce.

I costi delle operazioni sono insostenibili per i genitori del bambino. Così Sara e Simone Losa hanno deciso di lanciare una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe, che in pochi giorni ha già superato i 200mila euro.

Gara di solidarietà per il piccolo Achille Losa

È nato con una malformazione genetica rara, la malattia di Norrie, il piccolo Achille Losa, il bimbo di 5 mesi venuto alla luce il primo marzo scorso.

Originario di Calolziocorte (Lecco), il bimbo è nato cieco.

A una settimana dalla nascita, durante un controllo di routine, i medici si accorgono che nella vista del piccolo c’è qualcosa che non va.

Dopo un controllo approfondito, si scopre che il bambino è affetto dalla malattia di Norrie, che potrebbe portarlo, negli anni, anche alla sordità totale.

La malattia di Norrie è una patologia genetica rara, che potrebbe essere stata causata da una malformazione fetale o da una persistenza vascolare bilaterale.

Quel che è certo, è che al momento non esiste una cura, ma i genitori del piccolo Achille non si perdono d’animo.

Dopo ricerche e notti passate su internet, si accende una piccola speranza oltreoceano, che porta il nome del dottor Antonio Capone, un luminare in fatto di operazioni chirurgiche vitreo-retiniche.

achille con mamma e papà
Achille Losa con i genitori – Nanopress.it

Sara e Simone Losa contattano il medico, che gli annuncia che esiste il 50% di possibilità che entro i 6/7 mesi successivi all’operazione, il piccolo Achille recuperi la percezione della luce su almeno uno dei due occhi.

Una grande conquista per il bambino, che potrebbe aprirgli la strada verso trattamenti futuri.

La raccolta fondi su GoFundme

I genitori di questo piccolo guerriero hanno deciso di volare in America, per dare al loro piccolo la speranza di un futuro migliore.

Le cure e i costi del viaggio sono però insostenibili, per questo hanno deciso di lanciare una raccolta fondi per garantirgli le cure necessarie.

Sara e Simone hanno lanciato una raccolta sulla piattaforma GoFundme, che in pochi giorni ha superato i 250mila euro. L’obiettivo è di 400mila euro.

Il piccolo Achille tra qualche giorno volerà negli Stati Uniti, per sottoporsi ai primi due interventi chirurgici.

“Siamo veramente colpiti dall’infinita generosità e dal grande affetto che stiamo continuando a ricevere ogni giorno”

hanno spiegato i genitori del bambino.