La Russia annuncia l’uscita dalla Stazione Spaziale Internazionale

La Russia porrà fine alla cooperazione con l’Occidente nello spazio? Secondo il nuovo capo dell’agenzia spaziale Roskosmos, la fine della partecipazione alla ISS è già stata decisa.

Stazione Spaziale Internazionale
Stazione Spaziale Internazionale – NanoPress.it

Una stazione spaziale interamente russa è prevista per il 2024. Quindi la Russia prevede di uscire dalla Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024. Lo ha detto il nuovo capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Yuri Borisov, in un incontro con il presidente russo Vladimir Putin.

Una stazione spaziale interamente russa è prevista per il 2024

“Ovviamente adempiremo a tutti i nostri obblighi nei confronti dei nostri partner, ma la decisione di uscire da questa stazione dopo il 2024 è stata presa”, ha affermato Borissov, che Putin aveva precedentemente nominato per succedere a Dmitry Rogozin. Rogozin aveva più volte messo in discussione la cooperazione con gli Stati Uniti, anche in considerazione delle tensioni politiche tra Mosca e Washington nel corso della guerra in Ucraina.

Borissov ha affermato che prima dell’uscita dovrebbe essere iniziata la costruzione di una stazione spaziale russa. La ISS era da poco invecchiata e aveva ripetutamente suscitato scalpore a causa di guasti. Rogozin in precedenza non aveva escluso di disaccoppiare il modulo russo dalla ISS e di continuare a gestirlo in modo indipendente. Ha anche indicato un possibile utilizzo della stazione per l’osservazione militare della terra.

In seguito alla guerra di aggressione contro l’Ucraina ordinata dal capo del Cremlino Vladimir Putin, i paesi occidentali hanno imposto sanzioni anche all’industria spaziale russa. La Stazione Spaziale Internazionale dipende dalla cooperazione dei paesi coinvolti. Tra le altre cose, la Russia è responsabile del mantenimento della rotta della ISS e di solito trasporta anche l’equipaggio da e verso la Terra.

I paesi occidentali hanno imposto sanzioni anche all’industria spaziale della Russia

Gli Stati Uniti potrebbero teoricamente farlo senza l’aiuto russo, ma probabilmente non avrebbero capacità sufficienti per il prossimo futuro. La ISS è un progetto congiunto di USA, Canada, Giappone, Agenzia spaziale europea (ESA) e Russia. È diviso in un segmento russo e uno statunitense.

Vladimir Putin
Vladimir Putin – Nanopress.it

Alla Cina è stato impedito di partecipare nel 2011 sotto la pressione degli Stati Uniti e ora sta costruendo la propria stazione spaziale, molto più piccola della ISS. Il secondo di tre moduli è stato inviato nello spazio domenica. Roskosmos e l’agenzia spaziale statunitense Nasa hanno firmato un nuovo accordo solo all’inizio del mese.

Si trattava di ulteriori voli congiunti con equipaggi misti da e verso la ISS. In autunno, la cosmonauta Anna Kikina diventerà la prima donna russa a volare su un razzo della compagnia americana SpaceX dalla Florida.