La dieta mediterranea per sprecare meno acqua e proteggere il pianeta

La dieta mediterranea permette di consumare meno acqua e di tutelare l’ambiente, nonché di migliorare la salute. Ecco come. 

Dieta mediterranea
Dieta mediterranea – Nanopress.it

Le persone che seguono una dieta mediterranea tradizionale sono meno soggette a malattie cardiache, diabete e cancro. Secondo recenti ricerche, la dieta mediterranea “verde” – che evita tutta la carne e incrementa le dosi di verdura – potrebbe essere lo strumento migliore per essere sani e aiutare il pianeta, visto che incentiva un consumo minore di acqua.

Dieta mediterranea per risparmiare acqua e per una salute migliore

Gli scienziati ritengono che una delle cose più impattanti che le persone possono fare per l’ambiente sia ridurre il consumo di carne e latticini e ridurre, in tal senso, il consumo di acqua, bene primario per la sopravvivenza di tutte le specie.

La produzione mondiale di alimenti di origine animale, compresi i mangimi per il bestiame, rappresenta il 57% delle emissioni totali di gas serra dell’agricoltura, mentre la produzione di alimenti di origine vegetale solo il 29%.

Oltre a ridurre le emissioni dalla produzione alimentare, la rinaturalizzazione della terra rimuoverebbe circa 8,1 miliardi di tonnellate di anidride carbonica dall’atmosfera ogni anno per i prossimi 100 anni.

Nel dettaglio, passando a una dieta mediterranea pura, andremmo, dunque, a sprecare meno risorse idriche. Facendo due conti, tale spreco passerebbe dai 19.700 litri attuali a settimana, a 18.700 litri se si optasse per tale regime alimentare.

Dieta mediterranea
Dieta mediterranea – Nanopress.it

I benefici per la salute

Un regime alimentare basato sui dettami di quello mediterraneo permetterebbe ai consumatori di esporsi drasticamente meno al rischio di cancro, in particolare a quello che colpisce il colon-retto e il cancro alla prostata negli uomini. Il rischio si abbassa anche per quel che concerne le malattie cardiovascolari e metaboliche.

Le diete che combinano una riduzione del consumo di carne e latticini con un maggiore apporto di frutta, verdura, cereali integrali e grassi sani, conferiscono molti benefici alla salute. Inoltre, riducendo il consumo di carne, si intraprende un cammino di tutela dell’ambiente che tiene conto principalmente della conservazione della biodiversità.

Qual è la classica dieta mediterranea?

Il regime alimentare mediterraneo tradizionale contiene i seguenti alimenti:

  • verdura, frutta e cereali integrali;
  • fonti di grassi sani, come semi, olio d’oliva e noci;
  • quantità calibrate di latticini e pesce;
  • un consumo minore di carne rossa rispetto a una dieta tradizionale occidentale;
  • meno uova;
  • vino rosso con moderazione.

La dieta mediterranea fornisce un elevato apporto di polifenoli, acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi e fibre vegetali. È importante sottolineare tale regime alimentare non include i cereali raffinati, gli alimenti altamente trasformati e i prodotti con zuccheri aggiunti.

Pertanto, secondo quanto sostengono gli scienziati, tale regime alimentare aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, nonché lo stress ossidativo e l’infiammazione, migliorando, nel contempo, la sensibilità all’insulina.