La classifica LinkedIn delle 10 migliori startup italiane

LinkedIn, la piattaforma social dedicata al mondo del lavoro e dell’impresa, pubblica per il terzo anno la classifica delle dieci startup italiane più innovative e di maggior successo presenti sul portale online.

LinkedIn
Logo LinkedIn – Nanopress.it

La graduatoria viene stilata dalla sezione aziendale LinkedIn Notizie, la quale utilizza i dati provenienti dalle attività ed interazioni dei profili, aziendali e personali, presenti sul social.

Alcune considerazioni generali

Per elaborare la classifica delle dieci migliori startup italiane LinkedIn si è basato su quattro indicatori: numero di interazioni tra utenti ed azienda e suo personale; crescita degli occupati aziendali; capacità di attrarre talenti; attrattività dell’impiego per coloro che sono alla ricerca di lavoro.

Ciò che emerge è un quadro che premia principalmente quei progetti la cui innovatività è fondata sul dare aiuto e sostegno alle persone in questi momenti di incertezza economica, politica ed internazionale.

Quindi grande rilievo hanno assunto i profili di imprese specializzate nel benessere psicologico, nella semplificazione di ciò che concerne l’ambito finanziario, burocratico o tributario; senza dimenticare i servizi di e-commerce e consegne a domicilio, la cui ascesa è cominciata durante i lockdown causati dalla pandemia e che ha saputo innestarsi nella quotidianità dei consumatori anche ora che le restrizioni da Covid-19 sono sostanzialmente terminate.

Le dieci migliori startup italiane secondo LinkedIn

Primo posto per “Unobravo”, servizio online di psicologia che permette di poter dialogare con psicologi ed esperti della salute psico-mentale a tariffe contenute. L’utente svolge un questionario preliminare che permette alla piattaforma di identificare il professionista più qualificato ed idoneo ad affrontare le dinamiche individuate come preganti per il soggetto alla ricerca di consulenza.

Trovare lavoro sui social
I social ed il mondo del lavoro – Nanopress.it

Secondo gradino per Banca AideXa, servizio di finanza tecnologico-digitale (fintech) pensato e sviluppato per andare incontro alle necessità di partite IVA e piccole-medie imprese.

Nella posizione retrostante altra attività di fintech: Starting-Finance, un servizio che offre la possibilità ai più giovani e meno introdotti di interagire con un’ampia comunità digitale sui temi di finanza, investimenti, mercato azionario.

Medaglia di legno per Scalapay, progetto che propone un metodo di pagamento innovativo dei prodotti che offre agli utenti la possibilità di acquistare subito e pagare in seguito mediante un dispositivo chiamato BNPL (Buy Now Pay Later).

Quinta posizione per il progetto di intelligenza artificiale Vedrai. Questo servizio è rivolto alle aziende e permette di simulare, mediante algoritmi e calcoli svolti dalla A.I., l’impatto futuro di decisioni aziendali in discussione, offrendo uno spettro previsionale per calibrare le decisioni d’impresa.

Macai, sesto, è un servizio di e-commerce legato soprattutto alle consegne a domicilio di prodotti sia alimentari che di altra natura; sempre nell’ambito dell’alimentazione rientra il settimo classificato, Poke House, franchising di cucina tipica hawaiiana con una forte struttura digitale per l’interazione con la clientela.

Ottava Casavo, azienda che si occupa di acquisto, risistemazione e vendita online di immobili; così come Mirta, nono posto, è un servizio digitale di showroom.

Infine chiude la top ten LinkedIn EdTech WeSchool, startup per la didattica a distanza che offre, oltre a video-lezioni e telescuola, anche corsi di formazione ed aggiornamento per insegnanti su nuovi strumenti e metodologie didattiche.