Jovanotti e il Cantico delle Creature: l'omaggio di Lorenzo a San Francesco

Poco prima di dialogare con lo scrittore Aldo Nove, autore del libro "Tutta la luce del mondo", imperniato sulla vita e la testimonianza dello Francesco d'Assisi, Jovanotti ha intonato il Cantico delle Creature, spiegando di sentirsi scusato in anticipo in caso di stonatura.

Jovanotti e il Cantico delle Creature: l’omaggio di Lorenzo a San Francesco

Con la chitarra in mano, Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti ha improvvisato “Il Cantico delle creature” di San Francesco: divertente fuoriprogramma ad Assisi nel corso dell’evento “Sui passi di Francesco“, organizzato dal Sacro Convento di concerto con la Tavola della Pace e in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca.

[fotogallery id=”887″]

Come spiega il sito sanfrancesco.org, poco prima di dialogare con lo scrittore Aldo Nove, autore del libro “Tutta la luce del mondo”, imperniato sulla vita e la testimonianza dello Francesco d’Assisi, Jovanotti ha intonato il Cantico delle Creature, spiegando di sentirsi scusato in anticipo in caso di stonatura.

Vi canto una canzone di ottocento anni fa, stonata, ma son sicuro che San Francesco non era proprio intonatissimo, ho quest’impressione, perché non c’erano mica le scuole di canto“, ha detto Jovanotti, prima di cantare il Cantico, per la gioia di migliaia di giovani e anche di turisti trovatisi a passare lì per caso.

Il custode del Sacro convento, padre Mauro Gambetti, ha regalato a Jovanotti la “Luce” del santo: “Qui c’è un uomo, San Francesco – ha detto Jovanotti, secondo quanto riferito dagli stessi francescani – che vive più di tanti vivi“.

Parole di Fulvia Leopardi

Fulvia Leopardi è stata collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2018, occupandosi principalmente di temi relativi all'ambito dello spettacolo, della televisione, della cultura.

Da non perdere