Italia-Ungheria, prova di maturità per gli azzurri

Tutto pronto al Dino Manuzzi di Cesena dove l’Italia di Roberto Mancini scenderà in campo contro la sorprendente Ungheria di Marco Rossi nella seconda giornata della Nations League 2022.

Roberto Mancini
Roberto Mancini – Nanopress.it

Un’Italia in piena costruzione è attesa ad una partita importante per valutare lo stato di crescita della squadra e la crescita di alcuni giovani che piano piano si stanno inserendo nel sistema di gioco proposto dal tecnico Roberto Mancini.

I piccolo sprazzi di bel gioco mostrati sabato contro la Germania dovranno essere confermati, la nazionale ha bisogna di ripartire dalle sue certezze e trascinati da quel carisma che ha sempre contraddistinto i nostri colori.

Italia-Ungheria, chance per Gnonto

Continua la rivoluzione iniziata da Roberto Mancini che, contro l’Ungheria, darà spazio a tanti giovani che dovranno dimostrare di essere pronti a vestire la prestigiosa maglia azzurra.

Mancini e Vialli
Mancini e Vialli – Nanopress.it

Maglia da titolare per il giovane Gnonto che dopo l’ottima prova contro la Germania ,conclusa con l’assist per il gol di Lorenzo Pellegrini, avrà una chance dal primo minuto nel tridente offensivo con i due gioielli del Sassuolo Scamacca e Raspadori.

Mancini dovrebbe optare per un classico 4-3-3 con Donnarumma difeso da Di Lorenzo, Mancini, Bastoni e Spinazzola con Barella, Cristante e Locatelli a supporto del tridente offensivo sopra citato.

Importante per l’Italia sarà non sottovalutare l’Ungheria che dopo il grande Europeo disputato non finisce di stupire e che viene dalla sorprendente vittoria contro i vice-campioni d’Europa dell’Inghilterra.

Gnonto e l’elogio di Mancini

Tanta curiosità intorno al giovane Wilfried Gnonto verso il quale il commissario tecnico Roberto Mancini ha speso parole al miele, definendolo pronto per il grande salto di qualità.

Gnonto
Gnonto – Nanopress.it

Il classe 2003 è in cima alla lista di mercato di tanti club europei che stasera guarderanno con molta attenzione la prestazione dell’azzurro, autore di un’ottima stagione in Svizzera con la maglia dello Zurigo.

Gnonto sta dimostrando grande personalità e duttilità offensiva, con la sua ottima tecnica è infatti in grado di ricoprire tutte le zone offensive in un ipotetico 4-3-3.