Florida, bambino di 2 anni uccide il padre con una pistola lasciata incustodita: indagata la madre

La pistola era incustodita e un bambino di due anni ha accidentalmente ucciso il padre. La madre è accusata di omicidio colposo.

Mano bimbo con pistola
Bimbo con pistola – Nanopress.it

La coppia aveva avuto problemi di tossicodipendenza in passato.

Bambino di 2 anni uccide il padre

La tragedia è avvenuta in Florida e i fatti risalgono a pochi giorni fa. Il 26 maggio un bambino di 2 anni uccide il padre prendendo una pistola che era stata lasciata incustodita nella casa di Orlando dove viveva la coppia di genitori, in un luogo facilmente accessibile al piccolo.

Questa la prima ricostruzione di quanto avvenuto, omicidio per cui è indagata la madre, colpevole ovviamente di aver abbandonato un’arma carica in casa, alla portata di chiunque.

Tale negligenza è gravissima e infatti è sfociata in una terribile tragedia, infatti quando la polizia è giunta sul luogo, allertata dai vicini che hanno sentito il colpo dell’arma, si è trovata davanti uno scenario davvero terribile.

La mamma del bimbo stava cercando inutilmente di soccorrere il marito a terra, il quale purtroppo è morto poco dopo l’arrivo in ospedale, dopo che i soccorritori lo hanno trasportato con urgenza a bordo dell’ambulanza a sirene spiegate.

Non c’è stato nulla da fare, la corsa in ospedale non è servita e il decesso è stato dichiarato poco dopo.

Le indagini

La vittima si chiamava Reggie Mabry e aveva 26 anni, lui e la mamma del bambino, Marie Ayala erano in libertà condizionata a causa del loro passato segnato dell’abuso di droga.

Droga
Droga – Nanopress.it

Quest’ultima si trova in carcere con l’accusa di omicidio colposo per grave negligenza, nonché per possesso illegale di armi e munizioni.

Bambino di 2 anni uccide il padre‘, questo il titolo che rimbalza in queste ore sui diversi siti online che parlano di cronaca, ma a sconcertare è anche un altro particolare.

La coppia aveva altri figli minorenni e lo sceriffo della contea di Orange, John Mina, riferisce durante una conferenza stampa il suo rammarico per quanto accaduto, ribadendo che un’arma non dovrebbe mai essere posta alla portata di un bambino perché poi si verificano tragedie come queste, difficili da comprendere per la comunità.

La coppia era in libertà vigilata non solo per possesso di stupefacenti ma anche per abbandono di minori.

Con loro vivevano tre bambini piccoli, anzi è stato proprio uno degli altri due figli della coppia, un bambino di 5 anni, ad avvisare la madre di quanto era accaduto.