Italia Film Fedic: assegnato premio alla carriera all’attore Ivano Marescotti

Assegnato premio alla carriera all’attore Ivano Marescotti nel corso della 76esima edizione di Italia Film Fedic.

Ivano Marescotti
Ivano Marescotti – Nanopress.it

Premio alla carriera per Ivano Marescotti: l’attore, 76 anni, ha avuto tale riconoscimento nel corso della 72esima edizione di Italia Film Fedic, mostra del cinema di Montecatini Terme, organizzata dalla Federazione Italiana Cineclub. “Sono nel terzo tempo della vita, mi ritiro perché ho voglia di fare altro“, questo l’annuncio fatto dall’attore.

Ivano Marescotti riceve il premio alla carriera all’Italia Film Fedic

L’attore Ivano Marescotti è stato omaggiato col premio alla carriera nel corso della 72esima edizione di Italia Film Fedic. Un riconoscimento che l’attore ha apprezzato, anche se ha detto che ha voglia di fare altro nella vita, visto che è arrivato alla terza età.

Ecco le sue parole in merito: “Sono nel terzo tempo della vita, ho voglia di fare altro. Quando arrivi ai 70 anni ti accorgi che vuoi fare altro. Da giovane pensi che sono gli altri a invecchiare, poi arriva il tuo turno e diventa una cosa inedita della tua vita con gli acciacchi, i malanni, ma con gli anni ti accorgi di aver fatto tutto“.

L’attore romagnolo, infatti, ha deciso di lasciare il mondo della recitazione e di dedicarsi totalmente al Teatro Accademia Marescotti, di cui si occupa dal 2016 e che ha come obiettivo quello di formare gli attori e le attrici di domani. Non è tutto: l’attore si è sposato con la compagna Erika a Villanova di Bagnacavallo, Ravenna. La cerimonia è stata officiata interamente in dialetto romagnolo.

Ivano Marescotti
Ivano Marescotti – Nanopress.it

I nuovi progetti per l’attore romagnolo

La carriera dell’attore è stata ricca di progetti e soddisfazioni, come lui stesso sottolinea, dopo aver conosciuto tanti registi cinematografici e teatrali e preso parte a più di 120 film. Ora, però, è giunto il momento di dedicarsi ad altri progetti per il futuro: “C’è un terzo tempo della vita, fino a 70 anni ho fatto quello che ho fatto e resta lì, ora ho altre idee per la testa”.

L’attore, poi, fa una differenza tra cinema e teatro: nel primo caso, il tutto avviene per una sola volta, nel secondo caso le pièce sono ripetute più volte: “dopo 20 o 30 repliche in teatro mi sarei anche un po’ stancato […] Al cinema è diverso: fai il ciak e poi non lo rifai più. Il cinema è come la vita, non si ripete più. Fai un gesto e non lo ripeti più. Non c’è la noia delle ripetizioni come in teatro“.