Incinta e malata di leucemia, rinuncia alle cure per salvare la figlia

La storia di una madre-coraggio: Veronica, incinta della sua secondogenita e malata di leucemia, muore dopo aver rifiutato le cure, in modo da far nascere la bambina.

Incinta e malata di leucemia, rinuncia alle cure per salvare la figlia

La storia di Veronica Giazzon è davvero toccante. La donna è morta a 36 anni, in seguito alle complicazioni di una broncopolmonite, che hanno agito su un corpo indebolito e che si sono rivelate fatali. Tutto è cominciato quando, incinta della seconda figlia, a Veronica le era stata diagnosticata la leucemia. Veronica a quel punto non ha voluto rinunciare alla gravidanza e ha deciso che prima avrebbe dato alla luce la bambina e poi avrebbe cominciato le cure.

La donna era riuscita nel suo scopo, perché un mese fa aveva festeggiato con i familiari il battesimo della bambina. Poi Veronica, che lavorava come infermiera all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, non è riuscita a superare la patologia e si è spenta a soli 36 anni.

Parole di Gianluca Rini

Gianluca Rini è stato collaboratore di Nanopress, Tanta Salute e Pourfemme dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di tematiche relative alla salute, l'ambiente, il benessere.

Da non perdere