Impresa storica: 166 km a nuoto con una gamba sola

salvatore_cimmino

Foto Facebook

Salvatore Cimmino, 52 anni di Torre Annunziata vuole realizzare un’impresa storica: percorrere 166 km a nuoto. L’atleta nuoterà per 60 ore partendo da l’Avana, Cuba per raggiungere Key West in Florida. Obiettivo ambizioso quello di Salvatore, anche perché all’uomo è stata amputata la gamba destra quando aveva 15 anni e dunque nuoterà con una gamba sola.

Salvatore ha annunciato la grandiosa impresa con un messaggio su Facebook: “Quello che desidero realizzare, partendo dalla mia disabilità, è qualcosa di imponente che non ha prezzo: recuperare una miriade di persone costrette – e non per scelta – a rimanere indietro. Raggiungere questo obbiettivo che tanti reputano irrealizzabile – La mia forza deriva da questo scetticismo – determinerebbe l’abbattimento di tutte quelle barriere che tengono prigioniera la più grande minoranza al mondo, e ne sono certo, ne beneficerebbe anche l’altra parte di popolazione che abita il nostro pianeta”.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Quello che desidero realizzare, partendo dalla mia disabilità, è qualcosa di imponente che non ha prezzo: recuperare una…

Pubblicato da Salvatore Cimmino su Domenica 3 aprile 2016

Salvatore è stato colpito, all’età di 15 anni da una forma grave di osteosarcoma e, per salvargli la vita, i medici furono costretti all’amputazione della gamba destra. All’età di 40 anni, su consiglio medico, Salvatore ha iniziato a nuotare. Il tragitto più lungo, finora affrontato dall’atleta è stata la New York Swimming Marathon di 54 chilometri. Il nuotatore si sta allenando a Miami, ma il Governo cubano lo aspetta il prossimo 20 aprile a l’Avana per riceverlo ufficialmente. Un’impresa mai realizzata e con un obiettivo nobile: raccogliere dati per la ricerca scientifica biomedica. Salvatore infatti sarà monitorato durante la gara grazie alla tecnologia messa a disposizione del Campus Biomedico di Roma e aziende del settore. Il suo sarà una sorta di esperimento, come quelli fatti in laboratorio così da permettere di raccogliere dati mai analizzati prima.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere