Immacolata: cosa si può e non si può fare in questo giorno di festa secondo il Dpcm in vigore

Niente shopping natalizio, sì ai pranzi fuori, ma solo in zona gialla (e massimo in 4): anche oggi sono valide le disposizioni del Dpcm

Le persone che indossano maschere protettive passano davanti alle decorazioni natalizie e acquistano regali in Via dei Condotti, durante le restrizioni per contenere la diffusione della pandemia Covid-19, il 5 dicembre 2020 a Roma, Italia. L'Italia ha registrato oltre 21000 nuovi contagi e 662 decessi nelle ultime 24 ore.

Foto Getty Images | Antonio Masiello

Ultimo ponte pre-natalizio, quello dell’Immacolata è molto “sfruttato” per fare shopping di regali o per recarsi nelle località sciistiche sparse per il paese.

Quest’anno la situazione è molto diversa dagli altri anni: la pandemia e il Dpcm in vigore prevedono regole e limitazioni.

Immacolata: cosa si può fare

Il decreto che norma le festività non è ancora attivo, infatti entrerà in azione il prossimo 21 dicembre. Restano valide le solite limitazioni, ma comunque sono concesse diverse attività ricreative.

La maggior libertà d’azione ce l’hanno i residenti nelle regioni gialle. Chi abita qui, infatti, può:

  • Spostarsi sul territorio
  • Spostarsi da una zona gialla all’altra senza autocertificazione
  • Andare al ristorante ma solo mezzogiorno (massimo 4 persone, per i conviventi nessun limite): vale sempre la chiusura alle 18
  • Incontrare persone non conviventi che siano parenti, amici o congiunti: è fortemente sconsigliato ma non vietato farlo in casa

Chi abita in zona arancione può:

  • Spostarsi in una seconda casa solo se è nel medesimo comune di residenza
  • Acquistare cibo da asporto o con consegna a domicilio

Per i residenti nelle zone rosse, ciò che si può fare resta molto limitato, visto che non si può uscire dal Comune ma nemmeno spostarvisi all’interno: si può solo acquistare cibo da asporto o con consegna a domicilio.

Le celebrazioni della messa per l’Immacolata non saranno vietate: spetterà alle singole parrocchie decidere come gestire l’afflusso dei fedeli. La mascherina resta ovviamente obbligatoria.

Cosa non si può fare

La stagione sciistica è sospesa fino al prossimo 7 gennaio, perciò nemmeno quest’oggi ci si potrà recare sulle piste. Restano chiusi musei, gallerie, teatri e cinema, così come i centri commerciali. Infatti, è stato stabilità che non aprano nei festivi e pre-festivi, Immacolata compresa.

I più penalizzati, come già detto, sono i residenti delle zone rosse: qua è vietato recarsi nelle seconde case uscire dalla Regione, incontrare non conviventi in casa. Per uscire dal proprio comune, rossi e arancioni dovranno avere validi motivazioni (lavorative, familiari, di salute) autocertificate.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere