Il Vaticano senza 'soldati', guardie svizzere sotto organico e non si arruola più nessuno

Continua a leggere

Papa: Guardie svizzere, minacce? Lo proteggiamo da 500 anni

Papa: Guardie svizzere, minacce? Lo proteggiamo da 500 anni

Continua a leggere

Continua a leggere

Salari bassi e turni sfiancanti, di arruolarsi come guardia svizzera non ci pensa più nessuno. L’esercito del Vaticano è sotto organico di 21 unità e il comandante del corpo di sicurezza Cristoph Graf ammette che le cose si sono fatte difficili. Insomma tanti giovani svizzeri di montare la guardia al di là del Tevere non ne sento più appeal. A riportarlo è il Messaggero che sottolinea nella sua analisi come il reclutamento tra i giovani elvetici sia diventato davvero difficile.

Continua a leggere

Continua a leggere

Il salario di soli 1500 euro al mese non invoglia nessuno, considerati gli stipendi che si percepiscono in Svizzera, e la fatica dei pesanti turni richiesti, restando immobili senza mostrare mai un minimo di stanchezza a montare la guardia con qualsiasi tempo atmosferico, si moltiplica. Inoltre, da non sottovalutare, i tempi che cambiano, e il mito del Vaticano e del servizio alla Chiesa di Roma che si sta via via assottigliando.

Papa: Guardie svizzere, minacce? Lo proteggiamo da 500 anni

Continua a leggere

Mentre i gendarmi continuano ad avere tante richieste (anche perché per loro si tratta di un posto fisso), per le guardie svizzere si tratta di un servizio volontario della durata di due anni. Una volta terminato ritornano a casa e devono cercarsi un lavoro. L’esperienza maturata in Vaticano può però aiutare chi si vuole inserirsi nelle agenzie di sicurezza” spiega il comandante Graf.

Continua a leggere

A conti fatti quello che si propone come il più piccolo esercito esistente al mondo è sotto organico di 21 unità, e, con il Vaticano che vuole un aumento delle guardie svizzere, i giovani da arruolare sarebbero 25, portando così l’intero corpo a 130 unità.

Continua a leggere

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere