Il Marchese del Goal: dall'inarrestabile Inter al ritorno di Cosmi

Le principali notizie della settimana calcistica viste dal Marchese del Goal, il punto di vista disincantato del romano medio

Il Marchese del Goal: dall’inarrestabile Inter al ritorno di Cosmi

FotomGetty Images | Mattia Ozbot/Soccrates

Pure sta settimana c’ha dato n’ bel po’ de spunti de riflessione. Er campionato sta a entrà nelle fasi cruciali e ogni partita pesa sempre de più. Se semo goduti ben due turni de Serie A ner giro de pochi giorni e le emozioni non so certo mancate. Ner frattempo c’è stato pure er tanto atteso Sanremo, ma se non fosse pe la presenza de Ibra forse non se lo saremmo filato pe gnente. Scoprimo insieme tutto quello che è successo nella nella settimana calcistica.

L’Inter soffre ma vince: lo Scudetto si avvicina

L’Inter de Conte non accenna a fermarsi. La corsa dei nerazzuri verso ‘no Scudetto storico se fa sempre più lanciata e, pure se le inseguitrici non mollano, la vittoria dell’Inter pare sempre più scontata. Dopo la vittoria, più complicata der dovuto, nell’infrasettimanale contro er derelitto Parma, sto lunedì ce stava lo scoglio Atalanta da superà. La partita è stata durissima pe’ la squadra de Conte: l’Atalanta ha comandato er gioco ma l’Inter ha saputo soffrì e, alla fine, se l’è portata a casa grazie a un goal ner mischione de Skriniar. Pure quando non offre le mejo prestazioni, sta squadra riesce sempre a portasse a casa le partite. Se continua così, lo Scudetto non potrà che esse suo.

La Juve rialza la testa

La Juve nun molla mai. Nonostante sta stagione non sia de certo ‘na passeggiata pe’ la squadra de Pirlo, i bianconeri continuano a restà attaccati ar treno delle migliori. Se la vittoria der mercoledì co’ lo Spezia poteva sembrà scontata, un po’ meno lo era quella de’ sabato sera co’ la Lazio. La partita era cominciata male pe’ la Juve, complice ‘na formazione abbastanza senza senso schierata dar mister Pirlo. Tra assenze e turnover pe’ la Champions i bianconeri se so ritrovati senza Ronaldo, co’ Alex Sandro centrale de difesa, Bernardeschi terzino sinistro e Danilo in mezzo ar campo. Roba mai vista. Eppure, dopo esse andata sotto, la Juve ha reagito alla grande e è riuscita a ribaltà ‘na partita tutt’altro che scontata. L’Inter è ancora lontanissima, ma ner calcio non se può mai sapè.

Il Milan resiste (anche con Ibra a Sanremo)

Nonostante ‘na squadra falcidiata dagli infortuni, er Milan tiene botta e resta in scia. Nell’infrasettimanale i rossoneri so riusciti a strappà er pareggio all’urtimo secondo co’ l’Udinese grazie ar rigore de Kessie (regalato da ‘no Stryger Larsen che s’è riscoperto pallavolista). Domenica invece è arrivata la vittoria a Verona grazie ai goal dei giocatori più inaspettati de tutti: Krunic e Dalot. Se quarcuno se l’era giocati, sicuramente ha sbancato. Tutto questo mentre Ibra (comunque infortunato) faceva er bello e er cattivo tempo sur palco de Sanremo. Dar duetto (decisamente poco intonato) co’ Mihajlovic fino alla pazza storia der passaggio in moto ricevuto da uno sconosciuto pe’ raggiunge l’Ariston, le vicende de Ibra fuori dar campo hanno tenuto banco tutta la settimana. Ma er Milan non s’è fatto distrarre, e può continuare a crede nel sogno.

È una Roma da Champions

La Roma quest’anno è stata spesso criticata, probabilmente oltre i suoi reali demeriti. La squadra de Fonseca continua a sta lì, attaccata all’obiettivo stagionale: ritornà in Champions League. Sta settimana so arrivate due vittorie fondamentali, contro Fiorentina e Genoa. So state due vittorie de misura, magari un po’ “sporche”, per certi versi sofferte. Ma so proprio queste le vittorie che contraddistinguono ‘na grande squadra, che deve esse capace de portà a casa er risultato pure quando la prestazione non è delle migliori. La Roma resta in piena corsa Champions ed è pronta a ributtasse pure nell’Europa League che ritorna sta settimana. In attesa de’ capì se prima o poi riuscirà a vince pure un big match…

Serse Cosmi scuote il Crotone

Sta settimana è stata pure quella der ritorno di Serse Cosmi in Serie A dopo quasi 9 anni de assenza. L’esordio non è andato proprio benissimo, er Crotone ha perso 5-1 co’ l’Atalanta. Ma contro la squadra de Gasperini tutto sommato ce può pure sta dai. La scossa però è arrivata domenica nello scontro salvezza fondamentale contro er Torino. Er Crotone ha vinto 4-2, in quella che è stata sicuramente una delle partite più belle der weekend. S’è rivisto un Simy scatenato, un Messias ispiratissimo e un Ounas imprendibile ner finale. La squadra calabrese era data pe’ spacciata, ma forse ora, grazie all’arrivo der sor Serse, potrebbe ancora avè ‘na speranza de salvasse.

Da non perdere