Il figlio sta male, i colleghi le donano le loro ferie per aiutarla ad assisterlo

Il figlio sta male, i colleghi le donano le loro ferie per aiutarla ad assisterlo: è la commovente storia di una donna lavoratrice dipendente di Emec, a Rieti, che ha fatto il giro del web con la sua lettera di ringraziamento.

bimbo ospedale
Bimbo in ospedale – Nanopress.it

La storia della donna dipendente di un’azienda a Rieti, la Emec, e del gesto di grande solidarietà dei colleghi, è stata raccontata dalla testata locale RietiLife attraverso la pubblicazione della sua lettera di ringraziamento per il prezioso dono ricevuto.

Il figlio è malato, i colleghi rinunciano alle ferie e le donano 400 giorni per assisterlo

I giorni di ferie donati dai colleghi alla mamma, secondo quanto riportato, sarebbero circa 400 e le permetterebbero di prendersi cura del figlio malato bisognoso di assistenza continua.

Così, per alleviare il suo dolore e la sua fatica, tutti i lavoratori dell’azienda in cui presta servizio glieli avrebbero regalati e lei, da anni in lotta contro la malattia del figlio, ha scritto una lettera inviata a RietiLife per esprimere il suo ringraziamento.

Le parole di Federica, la mamma a cui i colleghi hanno donato le ferie per accudire il figlio malato

Federica, questo il nome della mamma che ha scritto la lettera per ringraziare i colleghi attraverso la stampa locale di Rieti, ha raccontato che la sua vita e quella del marito, da circa 2 anni e mezzo, sarebbero precipitate in un limbo di paura e dolore per la malattia del loro figlio 14enne.

bambino in ospedale
Bambino in ospedale – Nanopress.it

La diagnosi sarebbe arrivata a spazzare via la loro serenità e avrebbe stravolto la loro esistenza, con un carico di angoscia e incognite nel cui percorso si innesta un difficile cammino fatto di cure e necessità di assistenza costante.

“La sua e la nostra preghiera è che il Signore ci doni tempo, quel tempo prezioso per permettere alla ricerca di trovare la cura che lo salverà”

Nel corso della lunga lettera che la donna ha rivolto ai colleghi, il suo speciale ringraziamento per il nobile gesto di solidarietà che hanno deciso di riservarle, una carezza sul cuore per una mamma che combatte e ogni giorno affronta la sfida per la vita del suo piccolo:

siete stati capaci di regalarmi uno dei doni più preziosi: il tempo! Mi avete regalato le vostre ferie, il vostro tempo libero

I colleghi hanno rinunciato alle loro vacanze regalandole la possibilità di mantenere il lavoro dedicandosi interamente alla sua situazione familiare, in modo da poter avere il tempo necessario alle cure da dedicare al figlio.