Guerra Russia – Ucraina: colpito il carcere di Olenivka, almeno 53 vittime

Non finisce dopo più di cinque mesi la guerra tra Russia e Ucraina: l’esercito russo continua ad attaccare fortemente il territorio di Zelensky, non ultimo il carcere di Olenivka, dove sono morte almeno 53 persone.

Detriti di bombardamenti in Ucraina
Detriti di bombardamenti in Ucraina – Nanopress.it

Un nuovo grave attacco si aggiunge ai migliaia già avvenuti in Ucraina dallo scoppio delle guerra, a fine febbraio 2022. Le ultime notizie testimoniano un attacco alla prigione di Olenivka, nel Donetsk.

Un attacco che ora è oggetto di contesa tra Russia e Ucraina, che si stanno accusando a vicenda. Da che parte sta la verità? Analizziamo cosa è accaduto in queste ore.

Ucraina, carcere di Olenivka distrutto, morte almeno 50 persone

Continua la terribile guerra in Ucraina: da quando Vladimir Putin ha inviato le sue forze militari nel territorio, quel 24 febbraio, niente è stato più come prima.

Il Presidente Ucraino Zelensky
Il Presidente Ucraino Zelensky – Nanopress.it

La popolazione ucraina ha visto il suo Paese invaso, amici e parenti morire sotto le bombe e gli attacchi. Ancora oggi, purtroppo, continua la strage, non ultima quella del carcere di Olenivka nel Donbass, dove sono morte tante persone.

Almeno 53 le vittime del bombardamento, oltre 70 i feriti gravi che al momento attendono soccorso. Un attacco atroce, per il quale Russia e Ucraina si stanno accusando a vicenda.

Il Presidente Zelensky afferma che, secondo lui, l’attacco è stato sferzato dai russi per nascondere torture e uccisioni ai prigionieri di guerra ucraini che si trovavano nella struttura.

Zelensky chiama quest’attacco come “un deliberato crimine di guerra russo” e non intende sottostare al volere di Mosca.

I russi, al contrario, sostengono che l’attacco è stato architettato dagli stessi ucraini. Al momento, entrambi i Paesi hanno aperto un’inchiesta per capire cosa sia successo realmente.

Gli ultimi aggiornamenti sulla guerra in Ucraina

Oltre a questo oscuro bombardamento sulla prigione di Olenivka, non finiscono i bombardamenti in Ucraina in queste ore e giorni.

Secondo l’ambasciatore USA alle Nazioni Unite, l’obiettivo della Russia è quello di cancellare per sempre l’Ucraina dalla mappa del mondo. Secondo Linda Thomas-Greenfield è tutto programmato dal governo di Putin per eliminare il territorio, attraverso l’annientamento del Donetsk e del Luhansk.

Ieri, inoltre, nella regione di Kherson sono stati uccisi oltre 100 soldati russi, come comunica l’esercito di Kiev. In quei luoghi c’è stata una dura battaglia tra i due eserciti, con l’esercito di Putin che ha cercato di fermare la controffensiva ucraina.

Intanto, Gazprom ha sospeso le forniture di gas alla Lettonia, a causa delle tensioni tra la Russia e l’Europa in merito al conflitto in Ucraina.