Lavoro stagionale senza perdere il reddito di cittadinanza: il piano del governo

Il famoso Reddito di Cittadinanza è nuovamente al centro del dibattito. Questa volta il quesito che il governo si sta ponendo riguarda l’interruzione o meno del RdC durante l’estate. Quali saranno le sue sorti? 

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza – Nanopress.it

Il Reddito di Cittadinanza fa parte di quell’insieme di misure che il governo ha introdotto sotto forma di aiuti economici nei confronti dei cittadini.

Il RdC è stato molte volte al centro del dibattito politico, in quanto viene criticato da una parte e allo stesso tempo esaltato dall’altra. Ora si discute se interrompere o meno l’erogazione del Reddito durante l’estate. Questo con l’intento di tutelare il lavoro stagionale. 

Il Reddito di Cittadinanza: di cosa si tratta?

Il Reddito di Cittadinanza è una misura proposta e istituita dal Movimento 5 Stelle. Questo consiste nell’erogazione di una somma di denaro da parte dello stato, nei confronti dei cittadini disoccupati e in difficoltà economiche. Infatti possono beneficiare della misura tutti i cittadini italiani maggiorenni o i residenti in Italia da almeno 10 anni, che posseggono un ISEE inferiore ai 9.360 euro annui.

Gli obbiettivi principali di questa misura sono: aiutare i cittadini in difficoltà economia e incentivare attraverso l’erogazione del denaro la formazione degli individui per creare nuovi posti di lavoro.

Proprio in vista del secondo motivo, il Reddito di Cittadinanza è spesso motivo di mal contento e critiche, non solo da parte dei vari partiti politici ma anche da parte di una grande fetta di popolazione. Molti sostengono che sia uno spreco di risorse pubbliche in quanto vi sono dei soggetti beneficiari che approfittandosene non ne fanno un uso corretto, vivendo tranquillamente e non preoccupandosi di trovare un’occupazione. Anzi secondo molti viene usato come scusa per non cercare lavoro.

Lavorare
Lavorare – Nanopress.it

Altri invece sostengo che il RdC sia una riforma errata e da eliminare in quanto incentiverebbe il lavoro in nero. Proprio in vista di ciò dunque, si può affermare che gran parte della popolazione desidererebbe abolire la misura.

La proposta di stoppare il Reddito di Cittadinanza per l’estate

Quindi è stato proposto di interrompere l’erogazione del RdC in vista dell’arrivo dell’estate. Questo perché molti ritengono che la presenza della misura vada a danneggiare pesantemente il lavoro stagionale. In effetti nell’ultimo periodo molti piccoli imprenditori stanno trovando difficoltà ad assumere personale. Va precisato che non si sa ancora nulla di definitivo e che la proposta è ancora in fase di discussione.

Anche perché  non tutti sono sfavorevoli al RdC. Per esempio il Ministro Andrea Orlando ritiene che i problemi sopraelencati non sono dovuti al Reddito di Cittadinanza, ma a crepe strutturali del sistema italiano. Come per esempio i salari troppo bassi, orari di lavoro assurdi e politiche industriali poco efficienti.