Germania: un dipendente su quattro segnala abusi sul lavoro

Secondo uno studio appena effettuato in Germania, i dipendenti del settore pubblico sono sempre più esposti a violenze, insulti o minacce sul lavoro. In alcune zone, il numero degli attacchi è particolarmente elevato.

Uomo che strilla ad una donna
Uomo che strilla ad una donna – NanoPress.it

Una percentuale significativa dei dipendenti del settore pubblico ha subito violenze, insulti o minacce sul posto di lavoro. Lo dimostrano i risultati di due sondaggi condotti dall’Istituto tedesco di ricerca per la pubblica amministrazione per conto del ministero federale dell’Interno.

In Germania il 23% degli intervistati dichiara di aver subito violenza in ufficio

Secondo questo, una media del 23 per cento degli intervistati ha dichiarato di aver già subito violenza nel lavoro quotidiano. Sono stati intervistati dipendenti dei vigili del fuoco, soccorritori, uffici dell’ordine pubblico, studi veterinari, del sistema penale, dell’amministrazione sociale e del lavoro dei governi federale e statale, dipendenti delle università e della magistratura.

Gli agenti di polizia non sono stati inclusi nei sondaggi. All’indagine hanno preso parte più di 10.600 persone provenienti da oltre 1.600 autorità. I ricercatori sospettano, tuttavia, che sia altamente probabile che un numero sproporzionatamente elevato di dipendenti vittime di violenza abbia risposto alle domande.Soprattutto molti casi nei vigili del fuoco, nei servizi di soccorso e nell’ufficio dell’ordine pubblico 

Gli uomini avevano quindi maggiori probabilità di essere colpiti dalla violenza rispetto alle donne. Secondo le informazioni, un terzo o più dipendenti dei vigili del fuoco e dei servizi di soccorso, nell’ufficio veterinario, nell’ufficio di regolamentazione e nel sistema penale hanno subito violenze, minacce o insulti nell’arco di un anno. Secondo lo studio, meno del dieci per cento dei dipendenti delle università, dell’amministrazione sociale e del lavoro e della magistratura ha avuto esperienze così negative.

Uomo urla al megafono
Uomo urla al megafono NanoPress.t

I numeri in Germania sono aumentati durante la pandemia di corona.Solo il 30% circa degli attacchi violenti subiti è stato denunciato a superiori o altri organismi: “il numero di casi non denunciati era del 70%”, secondo un riassunto dello studio. Molti dipendenti hanno dichiarato di aver evitato lo sforzo burocratico.

Il 56% delle persone colpite ha dichiarato di non aver denunciato l’incidente perché non si aspettava che avrebbe cambiato la situazione. Faeser vuole lavorare con i sindacati. Il ministro federale dell’Interno Nancy Faeser (SPD) ha parlato di un “risultato sconvolgente” e ha annunciato contromisure. “Dobbiamo fare di più per proteggere le persone che fanno correre il nostro Paese ogni giorno, sia in carica che come soccorritori nei momenti di bisogno”, ha affermato.

“Lavoreremo insieme ai sindacati per migliorare la prevenzione della violenza e una migliore protezione dei dipendenti.” I colpevoli devono essere perseguiti duramente. Venerdì, Faeser ha visitato l’ufficio per l’ordine pubblico a Berlino-Mitte insieme ai rappresentanti sindacali per ascoltare in prima persona i dipendenti sulle loro esperienze di violenza.