La Francia allenta le restrizioni: da oggi via le mascherine

Via le mascherine e niente più coprifuoco, la Francia si avvicina alla sospirata libertà: l'annuncio del primo mnistro

parigi

Foto Getty Images | Veronique de Viguerie

Dopo mesi di restrizioni e chiusure, a causa della pandemia, la Francia si avvicina alla sospirata libertà e allenta le misure anti-contagio, in anticipo rispetto a quanto previsto dal governo. Niente più mascherina all’aperto e da domenica niente più coprifuoco, lo ha annunciato il primo ministro Jean Castex, che non ritiene necessario aspettare la data prevista del 1 luglio.

Leggi anche: Da venerdì il 99% d’Italia sarà in zona bianca

Francia, via la mascherina all’aperto

Le misure si allentano, eccezion fatta per alcuni luoghi affollati, come stadio, arene e altri spazi simili. Permane l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi. “Questo provvedimento risponde a una vera necessità, ma ora gli ottimi risultati registrati non lo giustificano più“, ha precisato Castex, appena uscito dall’isolamento, dopo che la moglie era risultata positiva al Covid-19.

Meno di 5 mila casi al giorno

Il quadro epidemiologico mostra un miglioramento “più rapido di quanto sperato“, ribadisce il primo ministro. La Francia è ormai al di sotto dei 5 mila casi giornalieri, su scala nazionale, e nessuna regione presenta numeri preoccupanti. Per la Francia, si tratta di un momento importante, “un momento felice con una forma di ritorno alla vita normale“, spiega Castex, che ribadisce l’importanza della campagna vaccinale, con l’obiettivo di 35 milioni di vaccinati con due dosi entro la fine di agosto.

Provvedimenti contro la pandemia

Preoccupano le varianti del Covid-19, in particolare quella del Delta, accertata inizialmente in India, che si sta diffondendo rapidamente nel Regno Unito. Ma la Francia prende provvedimenti e rinforza i controlli alla frontiera. Inoltre il governo francese spende ogni settimana circa 120 milioni di euro in test antigenici e molecolari e “i francesi sono abituati a sottoporsi regolarmente a tampone“, come ricorda Thomas Fatome, direttore generale del sistema di assistenza sanitaria.

Ma non finisce qui. Sempre da oggi, il governo francese ha avviato il programma “forfait psy“, un rimborso di 10 sedute per bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni affetti da disturbi psichici, come conseguenza della crisi sanitaria.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere