Covid, Draghi firma il decreto Green Pass

Tutto quello che c'è da sapere sulla certificazione verde digitale: quando entra in vigore, come si richiede e quali sono le tempistiche

Mario Draghi

Foto Shutterstock | Marco Iacobucci Epp

Il Presidente Draghi ha firmato il nuovo Dpcm sul Green Pass, che definisce modalità e tempi per il rilascio della certificazione verde digitale Covid-19. Con questo lasciapassare, si intende facilitare la partecipazione a eventi pubblici, l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali e gli spostamenti sul territorio nazionale.

Leggi anche: Da venerdì il 99% d’Italia sarà in zona bianca

Green pass, in vigore dal 1° luglio

La certificazione verde digitale entra in vigore dal prossimo 1° luglio e garantisce la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell’Unione Europea. Dunque, chi sarà in possesso di Green Pass potrà muoversi liberamente su tutto il territorio dell’Unione. Il sito doc.gov.it è operativo a partire da oggi, mentre tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate fino al 17 giugno saranno disponibili entro il 28 giugno. Intanto, la piattaforma nazionale dedicata al rilascio delle Certificazioni sarà progressivamente allineata con le nuove vaccinazioni.

Leggi anche: La Francia allenta le restrizioni, da oggi via le mascherine

Il numero verde da contattare

Per avere ulteriori informazioni in merito al Green Pass, è possibile contattare il Numero Verde dell’App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 20. I cittadini potranno ricevere già nei prossimi giorno notifiche via mail o sms. La certificazione digitale potrà essere visualizzata per la stampa su pc, tablet o smartphone. In alternativa alla versione digitale, il Green Pass può essere richiesto al proprio medico di base, pediatra o in farmacia, utilizzando la propria tessera sanitaria.

Le tempistiche per il rilascio

Dal momento che i dati delle somministrazioni vengono trasmessi quotidianamente, ci vorranno circa un paio di giorni per generare la certificazione digitale. Nel caso di prima e unica dose, l’emissione avverrà dopo 15 giorni. Per quanto riguarda il test negativo, la trasmissione dei dati avviene in giornata, mentre, in caso di guarigione dal Covid, la certificazione sarà emessa al massimo nella giornata successiva. Saranno Regioni, Province, medici di base, laboratori e farmacia a comunicare le informazioni relative a vaccinazione, test e guarigioni, a livello centrale. Una volta raccolte le informazioni, la piattaforma del Ministero della Salute rilascerà il Green Pass.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere