Farmaco Oki, occhio: non lo sa quasi nessuno ma se hai questa età non puoi prenderlo

Il farmaco Oki è uno dei più utilizzati. Eppure, alcune persone, a causa delle loro età, non possono prenderlo. Vediamo chi.

OKI
OKI non puoi prenderlo a quest’età – Nanopress.it

Benché possa essere considerato come un farmaco da banco, anche l’assunzione dell’Oki necessita alcune precauzioni.

Oki: a cosa serve

A causa della pandemia di questi ultimi anni, abbiamo compreso quanto siano importanti i farmaci e la loro assunzione. Tutti i farmaci hanno bisogno di essere assunti con cautela e, in particolare, su consiglio di un medico. Questo è un passaggio fondamentale poiché sono tante le persone che preferiscono il fai-da-te piuttosto che affidarsi ai consigli del medico curante o, in alternativa, a quelli del farmacista. Quest’ultima, può essere una buona idea nel caso sia necessario assumere dei farmaci da banco.

Oki
Oki – nanopress.it

Tra questi ultimi spicca l’Oki, un antiinfiammatorio non steroideo che serve per trattare i dolori legati ad operazioni, otiti o all’apparato osteoarticolare. In generale, la sua assunzione sarebbe controindicata quando c’è ipersensibilità al ketoprofene. In ogni caso, sarebbe da assumere per breve periodo.

L’Oki è presente in commercio anche sotto forma di Oki task. La differenza tra i due sta nel principio attivo. Si tratta di bustine orosolubili che possono essere assorbite più rapidamente dall’organismo. L’Oki tradizionale, invece, si presenta sotto forma di polvere in granuli da sciogliere in acqua.

Chi non può assumerlo

La casa farmaceutica che produce l’Oki ha rilasciato delle dichiarazioni secondo cui non tutti potrebbero assumerlo. E’ proprio il ketoprofene che potrebbe provocare reazioni, come abbiamo detto prima.

Gli effetti collaterali potrebbero essere ipersensibilità (che potrebbe generare broncospasmo, attacchi di asma, riniti, orticaria, allergia). Potrebbe provocare anche reazioni anafilattiche gravi che, tuttavia, di rado sono fatali.

Tra gli altri effetti collaterali più gravi spiccano:

  • ulcera
  • insufficienza cardiaca e/o renale
  • diatesi emorraggica
  • colite ulcerosa
  • gastrite
Oki
Oki – nanopress.it

Proprio per la presenza di questo elemento, i bambini al di sotto dei sei anni non dovrebbero assumere l’Oki in nessun caso. Inoltre, l’uso dei FANS potrebbe compromettere la fertilità.