Expo Milano: sordomuti scambiati per Black bloc e fermati all'ingresso

Gaffe della vigilanza di Expo che ha fermato all'ingresso tre persone sordomute perché indossavano una t-shirt nera.

Expo Milano: sordomuti scambiati per Black bloc e fermati all’ingresso

La vigilanza all’ingresso di Expo ha evidentemente frainteso la scritta e il significato della maglietta nera indossata da tre sordomuti scambiati per Black bloc, che volevano semplicemente entrare all’esposizione universale di Milano, e allo stesso tempo protestare pacificamente indossando la t-shirt. La scritta recitava ”No deaf? No Expo”, ovvero ”Niente sordi? Niente Expo”. Le tre persone sono state fermate e gli è stato chiesto di togliere l’indumento, prima di aver chiarito il clamoroso equivoco.

Le magliette al centro della clamorosa gaffe della vigilanza di Expo sono state prodotte dall’Ente nazionale sordi, che ha già lamentato la mancanza di una segnaletica adeguata per i sordi tra i vari padiglioni dell’esposizione. E infatti nei giorni scorsi molte altre persone erano già entrate a visitare gli stand con indosso tale maglietta, ma nessuno prima d’ora era stato fermato.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere