Eurovision 2023: il contest non si svolgerà più in Ucraina

Per ragioni di sicurezza, legate all’attuale guerra, l’atteso festival musicale internazionale non si svolgerà quest’anno in Ucraina.
Questo è quanto si legge in un tweet diffuso dall’Organizzazione.

Eurovision
Eurovision – Nanopress.it

Nonostante la vittoria all’ultimo Eurovision da parte della Kalush Orchestra, l’Eurovision non si svolgerà nel Paese in guerra.

L’Eurovision Song Contest

L’Eurovision è un festival musicale internazionale, che è nato nel 1956 a Lugano.
Da allora viene  organizzato ogni anno dai membri dell’Unione europea di radiodiffusione.

Sin dalla prima edizione di questo famoso festival, il concorso è stato trasmesso annualmente senza alcun tipo di interruzione in tutto il mondo, diventando uno degli eventi di livello internazionale più atteso da tutti gli appassionati di musica e non solo.

Fatta eccezione per il 2020, che per causa Covid è stata annullata la 65ª edizione, il programma televisivo più longevo di sempre non si è mai fermato.

Con i suoi circa 600 milioni di utenti, il concorso viene trasmesso in diretta radiofonica e televisiva su tutti i principali canali europei e non solo.
Infatti si contano anche  l’Australia, il Canada, la Cina e gli Stati Uniti d’America.

Trovandoci oggi nell’era 4.0, con l’ausilio delle piattaforme Internet la visione dell’eurovision è premessa anche tramite la piattaforma di YouTube, attraverso il canale ufficiale dell’evento.

Eurovision 2023

The European Broadcasting Union (Ebu) ha reso noto con un tweet che l’European song festival di quest’anno non si terrà più in Ucraina per ragioni di sicurezza e organizzative

Nonostante l’edizione precedente abbia visto come vincitore di questo Paese, cioè laa band Kalush Orchestra, il festival sarà probabilmente trasmesso dal Regno Unito

 

Vincitori Eurovision 2022
Vincitori Eurovision 2022 – Nanopress.it

Come è noto, la tradizione del contest vuole che il vincitore dell’Eurovision Song Contest ospiti nel proprio paese il concorso dell’anno successivo, purché sia possibile garantire la sicurezza di tutte le parti interessate.

Essendo l’Ucraina attualmente vittima dell’attacco russo non potrà avere l’onore e il piacere di poter ospitare un festival tanto atteso da tutti.
Si trova ancora in difficili condizioni e pertanto non garantire il requisito fondamentale per il festival: la sicurezza.

Sarà dunque probabile che il festival si svolgerà nel Regno Unito, in quanto il secondo classificato dell’edizione precedente è britannico.
Appresa la notizia,  l’Italia si era resa immediatamente disponibile per essere di aiuto e provare a dare una mano, per far sì che il contest si tenesse ugualmente a Mariupol, come chiesto dal presidente Zelensky.

Purtroppo non sarà possibile accontentare il presidente attualmente impegnato in questa guerra.
Infatti l’Ebu, in queste ora ha già discusso con la Bbc per organizzare l’evento in una sede differente, promettendo di riflettere nell’eurovision di quest’anno, la vittoria dell’edizione precedente da parte dell’Ucraina.