eSport, successo per la sfida di Nainggolan su Fifa20

L'ex calciatore della Roma ha trascorso più di due ore insieme a tre videogiocatori professionisti - Dagnolf, Hollywood e Ribera - sfidandoli a Fifa20 e interagendo con il pubblico a casa

Continua a leggere

Radja Nainggolan

Foto Getty images | di Alessandro Sabattini

Nell’ultimo periodo, il calcio virtuale e quello giocato sono andati a braccetto. Questo grazie anche al periodo di isolamento forzato dovuto al Covid-19: l’assenza della Serie A e di qualsiasi altra competizione europea, ha senza dubbio contribuito alla popolarità di quello virtuale, soprattutto sul videogioco Fifa20. I tornei infatti sono aumentati a dismisura, coinvolgendo spesso anche le controparti reali dei giocatori, che sono scesi in campo con un joypad al posto degli scarpini.

Continua a leggere

Continua a leggere

Uno di questi è Radja Nainggolan, il centrocampista dell’Inter attualmente in prestito al Cagliari. Il belga, infatti, è stato partecipe di una iniziativa promossa e organizzata dal “Team Exeed”, una delle più importanti organizzazioni eSports d’Italia. L’ex calciatore della Roma ha trascorso più di due ore insieme a tre videogiocatori professionisti: Dagnolf, Hollywood e Ribera.

I numeri dell’evento

Quello a cui ha partecipato Radja Nainggolan, è stato un vero e proprio evento, e a testimoniarlo ci sono i numeri. Oltre 186.000 impressioni su Instagram, quasi 235.000 per le stories e circa 60.000 visualizzazioni su Twitch con 25.000 utenti unici durante la diretta: un vero e proprio successo.

Continua a leggere

Continua a leggere

Federico Brambilla, CEO di Exeed, si è dimostrato molto soddisfatto di questo risultato: “Ormai gli Esports rappresentano un movimento sportivo, e sociale, pari al calcio e alle altre discipline. Con il lockdown e lo stop alle competizioni reali, il pubblico ha imparato a capire ed amare ancora di più il mondo dei videogiochi, e a vedere i nostri player come veri e propri professionisti. Momenti come questo, in cui campioni del calibro di Nainggolan si mettono in gioco in prima persona, fanno capire quanto sia sempre più sottile la linea che divide il calcio giocato a quello su FIFA. Riteniamo che si tratti di un format di intrattenimento vincente, e molto utile a rendere gli Esports ancora più popolari. Per questo abbiamo già in serbo altre iniziative per il futuro” ha dichiarato.

Parole di Redazione

Da non perdere