Esame di Maturità con le mascherine: due scritti e il colloquio

Conto alla rovescia per 500mila studenti italiani che a partire dal 22 giugno affronteranno gli esami di maturità.

Esami di maturità
Esami di maturità – Nanopress.it

Previste due prove scritte e una orale per la prova d’esame. Scopriamo le novità.

Le novità degli esami di maturità 2022

Si avvicinano gli esami di maturità, e dopo due anni con diverse restrizioni a causa della pandemia, finalmente più di 500mila studenti italiani potranno svolgere gli esami in sede e non tramite uno schermo.

A causa della situazione sanitaria in seguito al Covid, le prove erano state ridotte nel 2020 e si poteva fare il solo colloquio orale, invece l’anno scorso era stata concessa la tesina più il colloquio. Ora si ritorna alle due prove scritte più una prova orale.

La prima prova degli esami di maturità partirà il 22 giugno in tutta Italia e la materia prevista è l’italiano. La seconda di terrà il giorno seguente e riguarderà la materia di indirizzo, decisa dunque dalle varie commissioni degli istituti.

Queste ultime sono già state stabilite e i presidenti d’esame saranno gli unici membri esterni.

Tra le novità degli esami di maturità 2022 c’è quella relativa al curriculum scolastico, ossia viene valutata la media delle pagelle degli ultimi 3 anni e questo valore costituisce la metà del voto dell’esame, arrivando fino a 50/100 come valutazione massima.

Il restante punteggio viene stabilito dalla somma dei diversi risultati: quello della prima prova (massimo 15 punti), della seconda (massimo 10 punti) e della prova orale (massimo 25 punti).

La media dei 3 anni viene calcolata anche in base alla condotta e all’educazione civica, il tutto poi viene trasformato in crediti secondo alcune tabelle di riferimento.

Penna
Esame – Nanopress.it

Altra importante novità è l’abolizione della tesina, la quale verrà sostituita dall’analisi di un documento, o di un progetto, un problema o un testo, a scelta ovviamente della commissione d’esame.

In cosa consistono le prove

Veniamo ora ai test veri e propri degli esami di maturità, partendo dalla prima prova, quella di italiano. Questa consiste nella stesura di un elaborato che potrà essere scelto fra: analisi e interpretazione di un testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione espositiva e argomentativa di temi attuali.

Le tracce a disposizione degli studenti saranno 7, le quali spaziano fra vari argomenti: arte, letteratura, filosofia, scienza, storia, economia, tecnologia, tema sociale.

La seconda prova, anch’essa scritta, sarà diversa in ogni istituto, infatti tratterà di una disciplina affrontata durante il percorso di studi. Questa potrà essere scritta, grafica, pratica, musicale e altro.

La prova orale è la terza, quella che conclude gli esami di maturità e si terrà circa una settimana dopo la seconda.

L’ordine di chiamata sarà alfabetico ma non si partirà dalla A, bensì da una lettera estratta a caso. Questa operazione verrà effettuata in ogni scuola e quindi ogni classe avrà un ordine diverso per i colloqui, effettuati con le mascherine obbligatorie.