Erba del prato, NON buttarla: è un grande errore | I giardinieri la riciclano sempre così

Da oggi l’erba del prato tagliata non dovrà più essere buttata via, come fanno tutti. I giardinieri hanno svelato perché è un errore e come riciclarla. Un consiglio e un trucco da mettere subito in pratica. 

Prato
Prato tagliato – Nanopress.it

L’erba del prato deve essere curata al meglio ed è importante che venga tagliata quando necessario. L’errore più grande, che fanno tutti, è di buttarla via.

I giardinieri si sono imputati su questa azione comune e hanno voluto svelare quale sia il loro trucco per riutilizzarla.

Erba del prato bella e sana

Avere un prato sano significa metterci tanta buona volontà per la cura e per mettere in pratica la manutenzione. Durante la stagione della crescita è richiesta una falciatura corretta, la concimazione e l’irrigazione per un tappeto denso dal colore verde sano e profumato.

Ovviamente, l’acqua non dovrà mai mancare così come un taglio corretto e l’uso dei fertilizzanti per il nutrimento del terreno. Mantenere un prato in salute non è facile, seppur il suo ecosistema sia mediamente semplice: gli elementi di cui è composto dovranno essere sempre in equilibrio tra loro, pena un effetto domino devastante.

Erba del prato tagliata
Erba del prato tagliata-NanoPress.it

Tagliare l’erba del prato aiuta a stimolare la sua crescita, eliminare le parti poco sane e mantenerlo verde. Una attenzione particolare anche alle erbe infestanti come denti di leone o piantaggine che potrebbero devastare il lavoro svolto sino a quel momento.

Erba del prato, come la riciclano i giardinieri

Nel momento in cui viene tagliata l’erba del prato, se ne fa un mucchietto negli angoli e poi viene messa nei sacchi per essere smaltita. I giardinieri professionisti si sono resi conto di questa azione e hanno voluto dare un consiglio a tutti, proprio perché è un grave errore.

Tagliare l'erba del prato
Tagliare l’erba del prato-NanoPress.it

L’erba tagliata non deve essere buttata ma utilizzata come concime naturale, ma non prima che sia stata sminuzzata al fine di permettere una decomposizione veloce. Tra l’altro, gli esperti invitano tutti quelli che hanno un giardino  di tagliare l’erba frequentemente senza aspettare troppo. Una volta che si ha il cumulo di erba basterà sminuzzarla in tanti pezzettini.

Per farlo si potrà usare un tagliaerba o uno strumento apposito che permette la tecnica del Mulching. Questa lama sminuzza l’erba in anticipo, mentre si raccoglie con il tagliaerba.

È un modo veloce e ottimale per decomporre l’erba velocemente e distribuirla sin da subito come concime.

Un altro metodo per tagliare l’erba è con la pacciamatura, che si ottiene stendendo uno strato di erba tagliata di 5 centimetri intorno agli alberi. Questo metodo è ottimo per eventuali erbacce che si creano durante l’anno.

I vantaggi sono tantissimi, come l’isolamento delle radici quando ci sono le basse temperature ed evitare che l’acqua evapori dal terreno ma venga trattenuta senza creare alcun disagio.  Dovesse poi piovere, il metodo dei giardinieri proteggerebbe il suolo dai vari fenomeni distruttivi.

Tagliare l'erba con il tagliaerba
Tagliare l’erba con il tagliaerba-NanoPress.it

Insomma, per riassumere: l’erba viene sminuzzata per essere assorbita bene dal terreno  e non buttata via come fanno tutti (risultando maleodorante e marcia).