Epatite C: arriva un nuovo test diagnostico, rileva antigene e anticorpi

Arriverà anche in Italia un nuovo test diagnostico per l’Epatite C, che darà la possibilità di individuare il virus in modo più precoce. L’annuncio dell’azienda farmaceutica Roche.

Laboratorio farmaceutico
Laboratorio farmaceutico – Nanopress.it

È stato annunciato l’arrivo di un’innovazione nell’ambito medico e farmaceutico, per quanto riguarda l’Epatite C, malattia infettiva che colpisce una grande percentuale di pazienti.

Grazie a Roche, infatti, arriverà una nuova tipologia di test diagnostico, che aiuterà ad analizzare in tempi brevi l’antigene e gli anticorpi presenti. Ecco di cosa si tratta.

Nuovo test per l’Epatite C, per una diagnosi più precoce

Un nuovo test diagnostico pensato per l’Epatite C sta per arrivare anche in Italia: lo annuncia Roche che diffonderà il test presto in molti Paesi.

Laboratorio
Laboratorio – Nanopress.it

Secondo quanto si legge sul comunicato dell’azienda, questo è il primo test che verrà reso disponibile a tutti che consentirà di rilevare distintamente l’antigene dagli anticorpi del virus dell’epatite C, partendo da un singolo campione di plasma o da un campione di siero.

Questo test può essere utilizzato per rilevare la fase iniziale dell’infezione, ma anche nelle fasi successive oppure quando è già in corso un’infezione cronica nel paziente.

Una rivoluzione che, sicuramente, sarà utilissima a molti medici che riusciranno a intervenire per tempo su questa malattia che, se presa tardi, potrebbe costare la vita a molte persone.

Perché è diverso dagli altri?

Una grande novità sviluppata dalla casa farmaceutica Roche: infatti, il nuovo test consente una diagnosi anticipata dell’infezione da virus dell’epatite C, rispetto all’utilizzo di altri test effettuati in passato, che fino ad ora hanno rivelato solo gli anticorpi presenti nell’organismo.

L’antigene, infatti, si presenta molto prima nel corso dell’infezione, un valore importantissimo che segnala la formazione di nuove particelle virali in atto.

L’utilità di tutto ciò sarà la velocità di diagnosticare la malattia ai pazienti, un cambiamento molto significativo.

Thomas Schinecker, Ceo di Roche Diagnostics, ha spiegato che questo è uno strumento molto importante per combattere la malattia, infatti tramite questo nuovo test è possibile prevenire in tempo, esaminando in tempi utili le cure da sottoporre al paziente.

In Italia il nuovo test per l’Epatite C dovrebbe arrivare il prossimo settembre per le prime fasi di utilizzo, disponibile sul mercato nostrano.

Cos’è l’Epatite C

Per chi non lo sapesse nello specifico, l’Epatite C è un malattia infiammatoria del fegato causata dal virus dell’epatite C (HCV, acronimo dell’inglese Hepatitis C Virus) che, in tutto il mondo, rappresenta una delle principali cause di trapianto e dello sviluppo di malattie croniche del fegato.

La malattia si trasmette attraverso il contatto con sangue infetto, infatti ne sono spesso inclini le persone dipendenti da droga per via endovenosa, gli operatori sanitari che possono entrare in contatto con aghi infetti, ma si può essere contagiati anche banalmente con l’uso del rasoio di un altro e più raramente per via sessuale.

Come si cura? Non esiste ancora un vaccino, ma da qualche anno esiste una cura in grado di eradicare il virus dall’organismo e permette così una guarigione definitiva.