Emmy Awards 2015 nomination: Il Trono di Spade candidato in 24 categorie

Uzo Aduba e Cat Deeley hanno annunciato le nomination degli Emmy Awards 2015, i più importanti premi televisivi a livello internazionale.

Emmy Awards 2015 nomination

[fotogallery id=”731″]

Uzo Aduba e Cat Deeley hanno annunciato le nomination degli Emmy Awards 2015, i più importanti premi televisivi a livello internazionale, giustamente considerati l’equivalente degli Oscar per il cinema e dei Grammy per la musica. Il Trono di Spade domina per il momento la 67^ edizione degli Emmy con ben 24 candidature, ma soltanto in occasione della cerimonia di premiazione prevista il prossimo 20 settembre al Microsoft Theater di Los Angeles scopriremo quante di queste nomination saranno diventate premi effettivi.

Il Trono di Spade se la dovra vedere con temibili concorrenti quali American Horror Story: Freak Show e Olive Kitteridge, che si sono aggiudicati rispettivamente 20 e 13 candidature a testa, mentre Bessie e Transparent sono risultati invece il film per la TV e la serie commedia con più nomination. Non è invece andata benissimo a The Affair e Gina Rodriguez, piuttosto snobbati dall’Academy of Television Arts & Sciences, a differenza di quanto era accaduto agli ultimi Golden Globe dove invece avevano ottenuto diversi riconoscimenti.

Ovviamente le categorie che più di ogni altra attirano l’interesse degli appassionati sono quelle che riguardano la Miglior serie drammatica, la Miglior serie commedia e la Miglior miniserie.
Nella prima se la giocheranno in 7 e oltre alla favoritissima Il Trono di Spade ci sono anche Better Call Saul, Downton Abbey, Homeland, House of Cards, Mad Men e Orange is the New Black. 7 candidature anche per la miglior serie commedia e sono Louie, Modern Family, Parks and Recreation, Silicon Valley, Transparent, Unbreakable Kimmy Schmidt e Veep. Infine per quanto riguarda la categoria Miglior miniserie, andranno a caccia dell’Emmy Award i programmi American Crime
, American Horror Story: Freak Show, The Honourable Woman
, Olive Kitteridge e Wolf Hall.

Tra le più curiose nomination degli Emmy Awards 2015 vanno segnalate quelle del mitico Mel Brooks, candidato come miglior guest star in una serie commedia per aver interpretato se stesso in The Comedians, del redivivo Michael J. Fox, l’indimenticato protagonista di Ritorno al Futuro, per The Good Wife e del grande F. Murray Abraham per il ruolo di Dar Adal in Homeland. Ricordiamo che le categorie riservate alle guest star saranno premiate durante la cerimonia dei Primetime Creative Arts Emmy Award che si terrà il 12 settembre 2015.

Emmy Awards 2015: nomination principali

– Programmi televisivi

Miglior serie drammatica
Better Call Saul
Downton Abbey
Homeland
House of Cards
Mad Men
Orange is the New Black
Il Trono di Spade

Miglior serie commedia
Louie
Modern Family
Parks and Recreation
Silicon Valley
Transparent
Unbreakable Kimmy Schmidt
Veep

Miglior miniserie
American Crime

American Horror Story: Freak Show
The Honourable Woman

Olive Kitteridge
Wolf Hall

Miglior film per la televisione
Agatha Christie’s Poirot: Curtain, Poirot’s Last Case
Bessie
Grace of Monaco
Hello Ladies: The Movie
Killing Jesus
Nightingale

Miglior talent show
The Amazing Race
Dancing with the Stars
Project Runway
So You Think You Can Dance
The Voice
Top Chef

Miglior varietà di sketch
Drunk History
Inside Amy Schumer
Key & Peele
Portlandia
Saturday Night Live
The Tonight Show Starring Jimmy Fallon

– Recitazione

Miglior attore protagonista in una serie drammatica
Kyle Chandler (Bloodline)
Jeff Daniels (The Newsroom)
Jon Hamm (Mad Men)
Bob Odenkirk (Better Call Saul)
Liev Schreiber (Ray Donovan)
Kevin Spacey (House of Cards)

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica
Claire Danes (Homeland)
Viola Davis (How to Get Away with Murder)
Taraji P. Henson (Empire)
Tatiana Maslany (Orphan Black)
Elisabeth Moss (Mad Men)
Robin Wright (House of Cards)

Miglior attore protagonista in una serie commedia
Anthony Anderson (Black-ish)
Louis C.K. (Louie)
Don Cheadle (House of Lies)
Will Forte (The Last Man on Earth)
Matt LeBlanc (Episodes)
William H. Macy (Shameless)
Jeffrey Tambor (Transparent)

Miglior attrice protagonista in una serie commedia
Edie Falco (Nurse Jackie)
Lisa Kudrow (The Comeback)
Julia Louis-Dreyfus (Veep)
Amy Poehler (Parks and Recreation)
Amy Schumer (Inside Amy Schumer)
Lily Tomlin (Grace and Frankie)

Miglior attore protagonista in una miniserie o film
Adrien Brody (Houdini)
Ricky Gervais (Derek)
Timothy Hutton (American Crime)
Richard Jenkins (Olive Kitteridge)
David Oyelowo (Nighingale)
Mark Rylance (Wolf Hall)

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film
Maggie Gyllenhaal (The Honourable Woman)
Felicity Huffman (American Crime)
Jessica Lange (American Horror Story: Freak Show)
Queen Latifah (Bessie)
Frances McDormand (Olive Kitteridge)
Emma Thompson (Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street)

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica
Jonathan Banks (Better Call Saul)
Jim Carter (Downton Abbey)
Alan Cumming (The Good Wife)
Peter Dinklage (Il Trono di Spade)
Michael Kelly (House of Cards)
Ben Mendelsohn (Bloodline)

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica
Uzo Aduba (Orange is the New Black)
Christine Baranski (The Good Wife)
Emilia Clarke (Il Trono di Spade)
Joanne Froggatt (Downton Abbey)
Lena Headey (Il Trono di Spade)
Christina Hendricks (Mad Men)

Miglior attore non protagonista in una serie commedia
Andre Braugher (Brooklyn Nine-Nine)
Tituss Burgess (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Ty Burrell (Modern Family)
Adam Driver (Girls)
Tony Hale (Veep)
Keegan-Michael Key (Key & Peele)

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia
Mayim Bialik (The Big Bang Theory)
Julie Bowen (Modern Family)
Anna Chlumsky (Veep)
Gaby Hoffmann (Transparent)
Allison Janney (Mom)
Jane Krakowski (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Kate McKinnon (Saturday Night Live)
Niecy Nash (Getting On)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film
Richard Cabral (American Crime)
Michael Kenneth (Glee)
Damian Lewis (Wolf Hall)
Bill Murray (Olive Kitteridge)
Denis O’Hare (American Horror Story: Freak Show)
Finn Wittrock (American Horror Story: Freak Show)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film
Angela Bassett (American Horror Story: Freak Show)
Kathy Bates (American Horror Story: Freak Show)
Zoe Kazan (Olive Kitteridge)
Regina King (American Crime)
Mo’Nique (Bessie)
Sarah Paulson (American Horror Story: Freak Show)

– Regia

Miglior regia per una serie drammatica
Lesli Linka Glatter (Operazione Haqqani – Homeland)
David Nutter (Madre misericordiosa – Il Trono di Spade)
Jeremy Podeswa (Le Serpi delle Sabbie – Il Trono di Spade)
Steven Soderbergh (Method and Madness – The Knick)
Tim Van Patten (Eldorado – Boardwalk Empire)

Miglior regia per una serie commedia
Louis C.K. (Sleepover – Louie)
Armando Iannucci (Testimony – Veep)
Mike Judge (Sand Hill Shuffle – Silicon Valley)
Phil Lord e Chris Miller (Alive in Tucson – The Last Man on Earth)
Jill Soloway (Gita autunnale – Transparent)

Miglior regia per un film, miniserie o speciale drammatico
Hugo Blick (The Honourable Woman)
Lisa Cholodenko (Olive Kitteridge)
Uli Edel (Houdini)
Peter Kosminsky (Wolf Hall)
Ryan Murphy (Il circo degli orrori – American Horror Story: Freak Show)
Dee Rees (Bessie)
Tom Shankland (The Missing)

Miglior regia per uno speciale varietà
Hamish Hamilton (cerimonia dei premi Oscar 2015)
Louis J. Horvitz (cerimonia dei Kennedy Center Honors)
Natalie Johns (Annie Lennox: Nostalgia Live in Concert)
Don Roy King (speciale per il 40º anniversario del Saturday Night Live)
Glenn Weiss (cerimonia dei Tony Award 2014)

– Sceneggiatura

Miglior sceneggiatura per una serie drammatica
David Benioff e D.B. Weiss (Madre misericordiosa – Il Trono di Spade)
Joshua Brand (Do Mail Robots Dream of Electric Sheep? – The Americans)
Semi Chellas e Matthew Weiner (Orizzonte perduto – Mad Men)
Gordon Smith (Five-O – Better Call Saul)
Matthew Weiner (Da persona a persona – Mad Men)

Miglior sceneggiatura per una serie commedia
Alec Berg (Two Days of the Condor – Silicon Valley)
Simon Blackwell, Armando Iannucci e Tony Roche (Election Night – Veep)
Louis C.K. (Bobby’s House – Louie)
David Crane e Jeffrey Klarik (4×09 – Episodes)
Will Forte (Alive in Tucson – The Last Man on Earth)
Jill Soloway (Rivelazioni – Transparent)

Miglior sceneggiatura per un film, miniserie o speciale drammatico
Jane Anderson (Olive Kitteridge)
Hugo Blick (The Honourable Woman)
Stephen Merchant, Gene Stupnitsky e Lee Eisenberg (Hello Ladies: The Movie)
Dee Rees, Christopher Cleveland, Bettina Gilois e Horton Foote (Bessie)
John Ridley (American Crime)
Peter Straughan (Wolf Hall)

Miglior sceneggiatura per uno speciale varietà
Barry Adelman (cerimonia dei Golden Globe 2015)
Brendan Hunt, Keegan-Michael Key, Jordan Peele e Rich Talarico (Key & Peele Super Bowl Special)
Louis C.K. (Louis C.K.: Live at The Comedy Store)
Mel Brooks (Mel Brooks Live at The Geffen)
Sceneggiatori del Saturday Night Live (speciale per il 40º anniversario)

– Guest star

Miglior attore guest star in una serie drammatica
F. Murray Abraham (Homeland)
Alan Alda (The Blacklist)
Beau Bridges (Masters of Sex)
Reg E. Cathey (House of Cards)
Michael J. Fox (The Good Wife)
Pablo Schreiber (Orange is the New Black)

Miglior attrice guest star in una serie drammatica
Khandi Alexander (Scandal)
Rachel Brosnahan (House of Cards)
Allison Janney (Masters of Sex)
Margo Martindale (The Americans)
Diana Rigg (Il Trono di Spade)
Cicely Tyson (How to Get Away with Murder)

Miglior attore guest star in una serie commedia
Mel Brooks (The Comedians)
Louis C.K. (Saturday Night Live)
Paul Giamatti (Inside Amy Schumer)
Bill Hader (Saturday Night Live)
Jon Hamm (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Bradley Whitford (Transparent)

Miglior attrice guest star in una serie commedia
Pamela Adlon (Louie)
Elizabeth Banks (Modern Family)
Christine Baranski (The Big Bang Theory)
Joan Cusack (Shameless)
Tina Fey (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Gaby Hoffmann (Girls).

Parole di Raffaele Dambra

Da non perdere