Elezioni 2022, Letta attende Sinistra Italiana: il centrosinistra prova a compattarsi

A breve il resoconto dell’assemblea nazionale di Sinistra Italiana, mentre in vista delle prossime elezioni Letta prova a dare forma all’alleanza per contrastare la destra.

Enrico Letta
Enrico Letta – Nanopress.it

A poco meno di un mese dalle elezioni del 25 settembre, la sinistra prova a dare continuità alla costruzione di un’alleanza concreta. Enrico Letta aspetta il responso dell’assemblea nazionale del partito di Nicola Fratoianni, il quale dopo il sì Verdi potrebbe entrare a far parte dell’accordo del centrosinistra.

Elezioni, accordo centrosinistra: si attende Sinistra Italiana

Uno degli ultimi tasselli importanti per l’alleanza di centrosinistra. Enrico Letta in queste ore sta provando, nonostante le varie divergenze e spaccature, a fare quello che la sinistra italiana raramente è riuscita a fare. Ossia compattarsi. E il desiderio di una grande alleanza è stato spesso motivato da leader e segretari dalla voglia di riuscire a contrapporsi a una destra, che pare proprio non avere problemi a unirsi e andare avanti compatta.

Il lavoro sul tavolo del segretario del Partito Democratico è ancora lungo, e in questo senso sarà fondamentale il responso dell’assemblea nazionale del partito Sinistra Italiana. A breve dovrebbe arrivare la decisione, mentre fonti vicine al partito hanno fatto trapelare una percentuale vicina al 65% disposta a trattare con il PD.

Nel pomeriggio di ieri è arrivata anche la nota ufficiale da parte di Europa Verde-Verdi, che ha parlato di unica alleanza possibile per contrastare la “destra estrema”, nel dare il proprio consenso alla colazione con il PD.

Provare a vincere uniti o rimanere ognuno sulla propria strada e consegnare il Paese alla destra. E’ questo il bivio del centrosinistra, che sta tentando a poco più di un mese dalle elezioni a presentarsi il 25 settembre con un’alleanza degna di questo nome.

Elezioni, Calenda avverte: “Proposte Credibili”

Proprio di proposte credibili ha parlato inoltre Calenda, con la sua Azione è stato uno dei primi a prestarsi alle direttive del PD. Secondo quest’ultimo i retroscena sarebbero “complicati”, così come si legge in suo recente tweet. Secondo il leader di Azione le uniche soluzione per vincere risiederebbero nella “credibile” proposta portata avanti dal Parti Democratico.

Letta e Calenda
Letta e Calenda – Nanopress.it

Continuano le provocazioni da parte di Renzi – il quale non si è risparmiato nelle dichiarazioni sull’ex partito – addirittura invitato alla coalizione di centro destra da Tajani nella serata di ieri

Mentre Di Maio che ha anche lui incontrato Letta in queste ore, così come Bruno Tabacci, si aspetta rispetto da parte della coalizione. L’incontro è avvenuto nella serata di ieri, e proprio il ministro degli Esteri ha parlato del desiderio di una coalizione unita.