Dopo 3 anni torna l’eclissi lunare: ecco quando vederla

Eclissi di luna piena tra la notte del 15 e il 16 maggio. Gli orari e le postazioni da cui godersi il meraviglioso spettacolo che il satellite ci regala ogni tre anni.

Eclissi
Eclissi di luna – Nanopress.it

Questo fenomenale evento astronomico cadrà tra sabato 15 maggio e domenica 16, corrispondente al cosiddetto plenilunio (luna piena). Sfortunatamente dall’Italia non si potrà godere di una vista completa dell’eclissi, ma tramite diversi mezzi potrete comunque osservarla da vicino.

Cos’è l’eclissi di luna

Questo tipo di eclissi si manifesta nel momento in cui la Terra oscura del tutto la luna, e così facendo viene a sua volta illuminata dal Sole. I raggi di quest’ultimo attraversano l’atmosfera terrestre a causa dell’oscuramento parziale prima di entrare del tutto in ombra.

Così facendo tingono la luna di un bellissimo rosso acceso e la illuminano così tanto da farla sembrare più grande ai nostri occhi. Questa illusione di conseguenza ottica prende il nome luna rossa o luna di sangue.

Inoltre, la luna piena che cade nel mese di maggio viene soprannominata anche come Luna dei Fiori, dall’antica tradizione nativo-americana che si riferiva a quel periodo dell’anno in cui i campi fioriscono e l’erba cresce rigogliosa per il pascolo.

A che ora e dove vederla

Ragazza al telescopio
Telescopio – Nanopress.it

Per quanto riguarda l’Italia, l’eclissi di luna sarà semi-visibile precisamente dalle 3.38 alle 6.11 del mattino, con una migliore visibilità dalla città di Roma e una durata di 40 minuti totali circa, quando la luna sarà ormai bassa per lasciare lo spazio al sole. Le parti del mondo da cui si potrà vedere meglio saranno la costa orientale dell’America del Nord, l’Oceano Atlantico ed alcune zone dell’Europa e dell’Africa Occidentale.

Si potrà seguire tutto lo svolgimento dell’oscurazione del satellite anche dall’apposito sito online Virtual Telescope, in streaming gratis. Di solito i luoghi consigliati da dove osservare la luna sono quelli lontani dall’inquinamento dove il cielo è limpido e libero dallo smog, o eventualmente dalla cima di luoghi panoramici.

Se poi si vuole passare ad un metodo di osservazione un po’ più avanzato invece, un semplice binocolo consente di vedere la luna da molto vicino durante il cambio di colore.

Eclissi solare

Per quanto riguarda l’oscuramento del sole invece dovremmo aspettare ottobre di quest’anno, precisamente il 25. Dopodiché ci saranno altre due eclissi solari, una parziale nel 2026 ed una totale nel 2027, visibile dall’estremo sud del paese. Diversamente, per osservare un’eclissi di luna totale si attenderà pazientemente il 31 dicembre 2028, quindi tra circa sei anni.