Dona lo sperma da privato ed è padre di 55 figli: i medici lanciano l'allarme

Gli esperti medici hanno parlato di possibile 'bomba a orologeria'.

Declan Rooney 150x150

Il 42enne Declan Rooney sostiene di essere il donatore di sperma di maggior successo in Gran Bretagna: 32 donne avrebbero già partorito, mentre altre 15 sarebbero incinta grazie a lui. Inoltre l’uomo ha anche sei bambini nati naturalmente con tre diverse madri. Il che fa di lui il potenziale padre di 55 bambini. I medici però, da quando la sua storia è venuta alla luce, hanno lanciato un preoccupante allarme.

La storia di quest’uomo sta facendo molto discutere l’opinione pubblica nel Regno Unito a proposito delle donazioni di seme private.

L’ex web designer da tempo gestisce un suo sito web dove pubblicizza la donazione di sperma per donne single, lesbiche e coppie in cerca di un bambino. Lui invita chi è interessato a contattarlo ed eventualemente andarlo a trovare nella sua casa a Middlesbrough.

A quanto sembra, tutte le richieste arrivate sono dai paraggi, da gente che vive al massimo in un raggio di 50 miglia dall’uomo. Ma i medici britannici hanno chiesto che sia aperta un’indagine proprio su questa vicenda, e hanno lanciato un allarme preoccupante su queste nascite ‘incontrollate’.

Il rischio è che in un futuro si possano formare famiglie con fratelli e sorelle che non sanno di essere tali e che quindi possano dar vita a prole con gravi patologie genetiche.

La legge nel Regno Unito consente donazioni di sperma, ma devono avere un limite, quindi ogni uomo può donare fino a 10 volte nella vita. Inoltre qualsiasi passaggio in merito deve essere gestito e regolamentato dal sistema sanitario nazionale.

Un portavoce della Human Fertilisation and Embryology (HFEA) ha detto: ‘Purtroppo, le donne cercano sempre più spesso un donatore di sperma online, piuttosto che affidarsi a una clinica con licenza, e così vanno incontro a una serie di rischi. Oltre ai rischi per la sicurezza personale per la donna, il seme del donatore privato non è sottoposto a screening per malattie infettive come l’HIV, o per le malattie ereditarie, e il soggetto sarà probabilmente anche il genitore legale di ogni bambino che nasce‘.

Declan però afferma di agire con lo spirito del missionario: ‘Lo faccio solo per beneficenza, e non c’è il rischio che la mia prole inconsapevolmente faccia sesso perché l’evoluzione fa in modo che non siamo attratti da persone con gli stessi geni‘, e questo, c’è da dire, non è per niente vero.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere