Dimmi come reagisci agli odori e ti svelerò le tue preferenze politiche

odore

Secondo due ricerche universitarie effettuate a Stoccolma e in Italia le reazioni che le persone hanno nei confronti degli odori ‘decisi’ indicano anche la propria preferenza politica. Nel dettaglio, chi non sopporta gli odori cattivi e prova disgusto quando il naso li percepisce, preferisce un leader autoritario, il cosiddetto ‘uomo solo al comando’.

Uno dei ricercatori di questo bizzarro studio, Jonas Olofsson, ha sostenuto che: “C’è un forte legame tra quanto forte è il disgusto per odori come il sudore e l’urina e il desiderio di avere un leader simile a un dittatore, che possa sopprimere le proteste dei movimenti radicali” facilitando una divisione dei gruppi, quindi un minor contatto tra le persone. Cosa che, in teoria, aiuterebbe a sopravvivere più a lungo, visto che ‘meno contatti’ significa anche ‘meno possibilità di veicolare infezioni nocive’, quindi anche un ridotto rischio di ammalarsi.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere