Detenuto muore in ospedale, la famiglia: «E' stato picchiato in carcere»

Luigi Bartolomeo, detenuto napoletano, è morto all’ospedale. I familiari hanno riferito che in carcere l’uomo sarebbe stato picchiato. La Procura ha aperto un’inchiesta sul caso.

Detenuto muore in ospedale, la famiglia: «E’ stato picchiato in carcere»

Un detenuto è morto all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Si tratta di Luigi Bartolomeo, 45 anni, il quale, in base a quanto hanno riferito i familiari, avrebbe subito dei pestaggi in carcere. La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla vicenda. E’ stata disposta anche l’autopsia, per fare chiarezza sul caso. In primo luogo verrà presa in considerazione l’assistenza sanitaria che il detenuto ha ricevuto nel carcere di Poggioreale. Bisognerà stabilire se ci siano stati dei ritardi nel trasferimento dal carcere all’ospedale.

LEGGI ANCHE:
Polizia violenta, tutti i casi di vergogna italiana
Arriva la telecamera sulla divisa, ma non il codice identificativo
Riccardo Magherini morto dopo l’arresto: chiesto il rinvio a giudizio per 7 persone
Stefano Cucchi: assolti tutti gli imputati

Bartolomeo presentava ecchimosi sul volto e sul corpo ed è stato ricoverato per problemi polmonari. Subito dopo è andato in coma e non si è più risvegliato. Dapprima erano state accusate le forze dell’ordine, ma poi si è appurato che, molto probabilmente, Bartolomeo sarebbe stato picchiato da due conoscenti dello stesso quartiere, incaricati dall’ex convivente. L’inchiesta dovrà fare luce sulla vicenda.

Parole di Giorgio Rini

Da non perdere