Decreto rilancio: ecco cosa cambia con il Superbonus 110%

installazione pannelli fotovoltaici

Foto Shutterstock | moreimages

Conferme importanti con il Decreto Rilancio in merito al Superbonus 110%, stabilendo da luglio 2020 le regole definitive per usufruire delle agevolazioni per i lavori di efficientamento energetico degli edifici.

In particolare, la novità più interessante riguarda le modalità di utilizzo degli incentivi fiscali, con la possibilità di convertire la detrazione Irpef in cessione del credito o sconto in fattura.

La misura interessa anche le agevolazioni tradizionali con aliquota ordinaria, ad esempio con detrazione al 50% previste per l’Ecobonus, il bonus ristrutturazioni e il bonus facciate. Questa opzione è prevista per tutti i lavori che possono beneficiare degli sgravi fiscali per la riqualificazione energetica, realizzati nel 2020 e nel 2021.

Con il Decreto Rilancio ritornano tra i beneficiari anche le Onlus, nonché le associazioni attive nella promozione sociale e le organizzazioni di volontariato. Ammesse anche le associazioni sportive e dilettantistiche, tuttavia l’agevolazione è riservata ai lavori inerenti gli spogliatoi. Integrati anche gli interventi di demolizione e ricostruzione, per i quali sarà possibile applicare la detrazione fiscale del 110%.

Come orientarsi nel Superbonus 110% dopo i decreti attuativi

Il Superbonus 110% è una delle norme più importanti del 2020, realizzata appositamente per rilanciare il settore dell’edilizia privata e supportare la ripresa economica del Paese. Allo stesso tempo, favorisce la riqualificazione energetica degli edifici, per allineare l’Italia agli obiettivi europei sulla riduzione delle emissioni inquinanti nell’ambito dell’edilizia residenziale.

Ovviamente, destreggiarsi nei vari decreti attuativi, e nelle numerose norme che compongono il Superbonus 110%, non è facile, per questo motivo molti professionisti hanno scelto di investire nella formazione specializzata tramite e-learning.

In particolare, una delle proposte dedicate più apprezzate è il corso online sul Superbonus offerto da Unione Professionisti, una piattaforma di apprendimento digitale che permette di acquisire nuove competenze o aggiornare il proprio bagaglio di conoscenze, a seconda delle necessità.

Nello specifico, il corso dedicato al Superbonus si volge completamente online, per consentire a tutti la massima accessibilità e la possibilità di acquisire maggiore consapevolezza in merito alla normativa di legge.

In questo modo si possono sviluppare conoscenze altamente specializzate, per fornire consulenze tecniche e servizi mirati per la gestione delle pratiche burocratiche sul Superbonus 110%, requisiti oggi fondamentali per tantissimi ingegneri, architetti, geometri e certificatori energetici.

Una delle criticità della legge, infatti, è legata alle competenze professionali richieste per orientare privati, associazioni e condomini, al fine di pianificare investimenti capaci di rientrare nelle agevolazioni fiscali e offrire un reale risparmio economico.

La corretta gestione delle pratiche è indispensabile, per mettere a disposizione di ogni utente soluzioni personalizzate adatte alle proprie necessità, adattando i lavori da effettuare affinché possano beneficiare della detrazione, dello sconto in fattura o della cessione del credito.

Quali sono gli aspetti principali del Superbonus 110%

Come previsto dal Decreto Rilancio, il Superbonus è un’agevolazione fino al 110% valida sugli interventi realizzati dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Per usufruire degli sgravi fiscali i lavori devono essere rivolti all’efficienza energetica, oppure al miglioramento dei criteri antisismici degli edifici, con la possibilità di beneficiare delle misure fiscali anche per l’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi per la ricarica dei veicoli elettrici.

Oltre al Superbonus si possono ricevere anche le agevolazioni dell’Ecobonus e quelle per il recupero del patrimonio edilizio, con la possibilità di convertire la detrazione in sconto in fattura, esercitato direttamente dai fornitori o dalle ditte esecutrici della ristrutturazione. In alternativa, è disponibile anche la cessione del credito, previo invio di un’apposita comunicazione tramite modulo da mandare online, realizzata in favore di istituti di credito, fornitori, società o persone fisiche.

I lavori possono essere effettuati principalmente da condomini, persone fisiche, Onlus e istituti autonomi case popolari (IACP), per interventi di isolamento termico degli involucri, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e di efficientamento energetico. La detrazione Irpef viene riconosciuta in 5 quote annuali, da inserire all’interno della dichiarazione dei redditi.

Ad ogni modo, è fondamentale la certificazione dei lavori, per garantire il rispetto dei requisiti tecnici essenziali per l’ottenimento delle agevolazioni fiscali, con le spese che devono essere tracciabili e adeguate agli interventi realizzati. Senza dubbio, il Superbonus 110% rappresenta un’opportunità importante per famiglie, aziende e professionisti, tuttavia è indispensabile essere preparati per capire come sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questa normativa.

Parole di Redazione

Da non perdere