Crollano pezzi di travertino nel bagno degli Uffizi a Firenze, ferita una turista

Giù pezzi travertino in bagno Uffizi, turista ferita

Lo scorso due maggio era stato necessario mettere in sicurezza la zona del bagno degli Uffizi di Firenze che si trova nel seminterrato, a causa di un improvviso crollo di una parte del rivestimento in travertino usato per coprire il muro. Nel crollo una turista era rimasta ferita a un piede, e prontamente trasportata in ospedale per le cure del caso. Ora, dall’esame del materiale caduto “è emerso che i lavori fatti 20 anni fa furono scadenti”, ha precisato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, che ha annunciato anche la riapertura del Museo al pubblico per sabato 5 maggio.

In uno stralcio di intervista fatta all’Ansa, Schmidt ha precisato: “Siamo rimasti tutti molto spaventati anche perché dai controlli periodici non emergevano criticità particolari”.

Invece i controlli sul muro hanno permesso di evidenziare che il travertino posto a copertura non era stato fissato stabilmente e il muro era in cattive condizioni.

“Ora dall’esame del materiale caduto è emerso che lavori fatti 20 anni fa furono scadenti”, ha aggiunto Eike Schmidt, che ha comunque annunciato l’apertura della zona per sabato 5 maggio dato che tutte le zone controllate dopo l’incidente non hanno portato alla luce altre irregolarità o pericoli.

Per la sicurezza di chi visita il Museo è stato però deciso, in via precauzionale, di fissare a breve meccanicamente ogni singola lastra in travertino presente nel seminterrato.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere