Cristiano Ronaldo torna in Italia, farà la quarantena a Torino

Il campione portoghese della Juve, risultato positivo al Covid, è partito da Lisbona con un volo privato. Positivo anche McKennie, squadra in isolamento fiduciario

Cristiano Ronaldo

Foto Getty Images| Alessandro Sabattini

Cristiano Ronaldo è partito da Lisbona alle 13.35 con un volo privato diretto a Torino, dove intende proseguire la quarantena. Dopo la positività al Coronavirus registrata ieri nel ritiro della nazionale portoghese, l’attaccante della Juventus è in quarantena. Nonostante ciò Ronaldo è partito dal Portogallo alla volta di Torino dove passerà il periodo di isolamento in attesa del doppio tampone negativo

Per Ronaldo quarantena a Torino

Le norme in materia di contenimento del Coronavirus prevedono la possibilità, per soggetti positivi al tampone, di trasferirsi da un paese ad un altro anche se sottoposti a quarantena. L’unica necessità è rientrare con un aereo ambulanza, della stessa tipologia di quello allestito dalla Figc per far rientrare in Italia dall’Islanda i due calciatori dell’under 21 e il membro dello staff positivi al Covid-19.

Il volo deve essere richiesto preventivamente per non incappare in un reato: una volta arrivato a destinazione il soggetto, Ronaldo nel caso specifico, deve essere prelavato da un mezzo sanitario e condotto nel luogo di quarantena dove dovrà rimanere per dieci giorni in attesa del doppio tampone negativo. 

Cristiano, aveva comunicato la Federcalcio portoghese, “Sta bene, è asintomatico e in isolamento” ed era apparso sorridente in una foto dal balcone della camera dell’hotel del ritiro della Nazionale con cui questa sera avrebbe dovuto affrontare la Svezia in Nations League. Per poter essere impiegato in Champions League la Juventus dovrà far pervenire alla Uefa una dichiarazione che attesta la completa guarigione almeno 7 giorni prima della gara. Naturalmente prima della partita il tampone di CR7 dovrà essere negativo.

Weston McKennie positivo al Coronavirus

Un altro caso di positività al Coronavirus in casa Juventus. Si tratta di Weston McKennie, che era rimasto a Torino durante questa pausa per le nazionali: “Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 del giocatore Weston McKennie – si legge nella nota ufficiale del club -. In ossequio alla normativa e al protocollo il gruppo squadra entra da questa sera in isolamento fiduciario. Questa procedura permetterà a tutti i soggetti negativi ai controlli di svolgere la regolare attività di allenamento e di partita, ma non consentirà contatti con l’esterno del gruppo. La Società è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti”.

Parole di Alanews

Da non perdere