11 settembre: cristiani in moschea nell'anniversario dell'attentato alle Torri Gemelle

Roma, Imam partecipano alla messa nella Chiesa di Santa Maria in Trastevere

“Mano per mano con Papa Francesco e con tutte le religioni contro il terrorismo l’11 e il 12 di settembre nelle Moschee di Italia”, così la Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) apre le porte delle moschee ai cristiani nel giorno del quindicesimo anniversario dell’attentato alle Torri gemelle negli Stati Uniti. Appuntamento doppio in occasione della festa del sacrificio (Eid al Adha) che i musulmani celebrano il 12 settembre.

Un modo per unire le due comunità religiose per dire un grande ‘no’ al terrorismo. L’11 di settembre “le moschee aderenti apriranno le porte ai visitatori cristiani, agli osservanti delle altre fedi e ai laici, dalle 17.00 alle 20.00, per consentire ai partecipanti di scambiarsi un messaggio di pace dedicato alle vittime degli attacchi terroristici e a quelle del recente terremoto che ha colpito l’Italia”, si legge nel comunicato del Co-mai. Mentre nella giornata del 12 “a partire dalle 9.00, le moschee e i luoghi di preghiera di tutte le città italiane saranno liete di ospitare uno scambio di auguri”. Per aderire basta inviare una mail a unitiperunire@hotmail.com.
Sono oltre 1500 le Confederazioni, Federazioni, Associazioni, Comunità, Istituti e Università internazionali appartenenti a tutte le religioni che sostengono l’iniziativa #Cristianinmoschea lanciata dalle Co-mai e da ‘Uniti per Unire’. “Siamo onorati di aver dato il via ad un’onda di rinascimento, nella quale tutte le culture e le religioni si incontrano e si rispettano”, ha dichiarato Foad Aodi di Co-mai.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere