Governo senza intesa, Mattarella richiama Draghi

Le consultazioni di Fico si sono risolte in un nulla di fatto. Senza intesa di governo nella maggioranza, il presidente Mattarella incontrerà oggi Mario Draghi

Sergio Mattarella Mario Draghi

Foto Getty Images | Alex Kraus

Si è conclusa in un nulla di fatto la quattro giorni di consultazioni del presidente della Camera Roberto Fico. “Allo stato attuale permangono distanze alla luce della quali non ho registrato unanime disponibilità per dare vita alla maggioranza“, ha spiegato in serata Fico dopo aver cercato l’intesa con le forze politiche di maggioranza che sostenevano l’esecutivo del premier dimissionario Giuseppe Conte. Il Capo di Stato Sergio Mattarella ha quindi annunciato alla nazione che, non ritenendo sicuro portare i cittadini alle urne, oggi alle 12 incontrerà l’ex presidente della Bce Mario Draghi.

Perché Mattarella ha scelto Draghi

Il presidente della Repubblica Mattarella ha scelto Mario Draghi per risolvere la drammatica crisi di governo, dopo aver richiamato le forze politiche alla responsabilità. Il Capo di Stato ha infatti spiegato che, in un periodo di incertezza come quello che stiamo affrontando a causa della pandemia di Covid-19, andare a elezioni non sarebbe una scelta saggia.

L’aumento di contagi che ha fatto seguito al voto per le amministrative del 2020, ha fatto notare Mattarella, alle condizioni attuali sarebbe catastrofico. Inoltre, aggiunge, il Paese non potrebbe affrontare i lunghi mesi della formazione di un nuovo esecutivo che succedono alle elezioni.

La crisi sanitaria ed economica, ha spiegato il presidente Mattarella, “richiede un governo nella pienezza delle sue funzioni e non un governo con l’attività ridotta al minimo“. “Dallo scoglimento delle Camere del sono trascorsi quattro mesi, nel 2018 cinque. Si tratterebbe di tenere il nostro Paese con un governo senza pienezza delle funzioni in mesi cruciali. Tutte queste preoccupazioni sono ben presenti ai nostri concittadini, che chiedono risposte urgente“.

Le reazioni al possibile incarico a Draghi

Le reazioni del mondo della politica non hanno tardato ad arrivare. “Mattarella ha scelto l’italiano migliore del mondo“, ha detto Bruno Tabacci, presidente del Centro Democratico, ospite a La7

La scelta di Mario Draghi è la migliore possibile“, ha ribattuto il leader di Azione Carlo Calenda.

Il governatore Draghi sembra piacere anche al Partito Democratico, che riunirà i suoi deputati oggi alle 14. Il segretario nazionale dem Nicola Zingaretti ritiene quella di Mattarella la scelta migliore per “porre rimedio al disastro provocato dalla irresponsabile scelta della crisi di Governo“.

Da Italia Viva è invece Maria Elena Boschi a commentare la decisione del presidente, augurandosi che “il governo Draghi possa nascere e fare bene“.

Critiche, invece, da Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle, che su Facebook scrive: ”Repetita iuvant…”.

E il centrodestra parrebbe diviso sul ruolo di Mario Draghi, Forza Italia dichiara di avere stima del governatore, sottolineando però che “Valuteremo con alleati”. Mentre Giorgia Meloni insiste con la chiamata alla urne: “Meglio andare al voto”.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection

Da non perdere