Secondo una ricerca "Covid" è la parola più utilizzata dai media italiani

Oltre a Covid, secondo la ricerca effettuata su oltre 1.500 media, troviamo anche Coronavirus, scuola, tamponi, mascherine e terapia/e intensiva/e

studio covid-19 nuova mutazione

Getty Images | Jane Barlow - WPA Pool

Non si fa altro che parlare di Coronavirus. Se secondo il dizionario Oxford “Lockdown” è la parola più utilizzare e ricercata del 2020, una ricerca ha evidenziato che la parola Covid sarebbe stata utilizzata oltre un milione e mezzo di volte dai media del nostro Paese. Una media, registrata dalla ricerca, di 16.231 citazioni al giorno, circa 11 al minuto.

I dati riportati, che riguardano il periodo che va dal 27 agosto al 27 novembre, sono emersi dal monitoraggio condotto da Mediaimonitor.it e Cedat 85 su oltre 1.500 media tra siti, carta stampata, blog, radio e tv.

“Covid”, “Coronavirus” e “Terapia/e intensiva/e” i termini più utilizzati

Rispetto al primo giorno della pandemia da Sars-Cov-2, il termine “Covid” ha superato, con 1.525.727 citazione, il secondo termine che utilizziamo per parlare dell’epidemia: “Coronavirus“, che ha registrato un terzo di menzione, 474.122.

Coronavirus però si posiziona al terzo posto tra le parole più utilizzate dai media italiani. Questo perché, con l’arrivo della seconda ondata, al secondo posto troviamo “terapia/e intensiva/e”, con 1.388.201 utilizzi.

Tornando a parlare dell’inizio della pandemia da Covid, il termine più utilizzato è stato “contagio/i” che adesso, invece, si trova al quarto gradino, con 357.955 utilizzi.

Tra i più utilizzati anche “Lockdown”, “Scuola” e “Tamponi”

Un’altra parola molto utilizzata a causa dell’emergenza sanitaria, “tamponi“, è al quinto posto, con 280.915 citazioni. Questo termine ha però oggi maggior “visibilità” rispetto a marzo.

Andando avanti nella classifica, al sesto posto troviamo “lockdown“, con 149.102 utilizzi. Il termine supera di poco “scuola“, in settimana posizione con 144.196 citazioni.

Ottavo il termine “vaccino“, con 104.980 citazioni, utilizzato soprattutto in questa seconda fase dell’epidemia da Covid-19.

L’ultimo Dpcm è entrato in vigore proprio oggi, venerdì 4 dicembre, e proprio la parola “Dpcm” si trova al nono posto, con 87.990 menzioni, della “classifica” stilata da Mediamonitor.it e Cedat 85.

Infine, a chiudere la lista, troviamo la parola mascherina, con 85.603 menzioni.

Fuori dalle prime dieci, ma comunque utilizzatissime dai media italiani, troviamo: “seconda ondata” (66.210), “quarantena” (61.725), “zona rossa (53.700), “ordinanza/e“(46.468) e “assembramento” (44.005).

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere