Covid, le nuove regole per andare dal dentista

Nuove regole, da parte della Federazione dell’Ordine dei Medici, per recarsi dal dentista: le nuove disposizioni per i pazienti. 

Dottore
Dottore – Nanopress.it

Nuove linee guida, dalla Federazione dell’ordine dei Medici che ha cambiato le linee guida per l’accesso agli studi dentistici. I pazienti, infatti, che andranno dal dentista dovranno seguire nuove norme, che prevedono il triage e la misurazione della temperatura. Ecco cosa cambia.

Dentista, come cambiano le regole per accedere agli studi

La Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri ha stabilito nuove regole per i pazienti che si recano dal dentista, in base alla nuova ondata di contagi che è stata registrata nelle ultime settimane.

In base all’evoluzione della pandemia e alla campagna vaccinale attuata per far fronte alle nuove varianti del virus, coloro che si recheranno negli studi dentistici dovranno rispettare nuove regole.

Prima di tutto, viene abolita la misurazione della temperatura, ma allo studio non potranno accedere i pazienti che hanno una temperatura al di sopra dei 37.5° C. Eliminato anche il pre-triage telefonico. Dal dentista, sarà possibile recarsi con un accompagnatore.

Per quel che concerne i dispositivi di protezione, il camice – nello specifico – andrà cambiato solo quando si effettuano procedure che generano aerosol, quindi non per ogni paziente.

Dottore
Dottore – Nanopress.it

Regole in continua evoluzione

Raffaele Iandolo, presidente della Commissione Albo Odontoiatri, afferma che i professionisti dell’odontoiatria hanno, per primi, delineato delle regole per esercitare il proprio lavoro in pandemia.

Per questo, hanno cercato di offrire il più alto livello di sicurezza a se stessi e ai pazienti, anche se tali linee guida devono aggiornarsi al mutare del contesto epidemiologico e normativo“.

Il lavoro di revisione – come sottolinea Iandolo – deriva, come del resto le indicazioni nel loro complesso, da fonti scientifiche consultabili bibliograficamente“.

In questo modo, dunque, la professione odontoiatrica dimostrerebbe responsabilità nei confronti dei propri pazienti, per i quali ha elaborato, nel corso del periodo pandemico, delle misure volte a offrire un servizio nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

L’aumento dei contagi

Nelle ultime settimane, abbiamo assistito all’aumento dei contagi, derivati dalla diffusione delle nuove varianti di Omicron, che hanno iniziato a circolare sia in India che in Inghilterra.

Il piano vaccinale prosegue spedito, nonostante la riluttanza di alcuni strati della popolazione – anziani, in particolare – a sottoporsi alla quarta dose del vaccino.

Pertanto, gli esperti inviano a completare il piano vaccinale, al fine di affrontare con maggiore consapevolezza i mesi autunnali e invernali e tenere, così, sotto controllo la diffusione delle nuove varianti.